Fiera Tartufo e San Martino, condivisione del patrimonio

Fiera del Tartufo a CanelliCanelli. Con riferimento ad uno scritto del 1818 il sindaco Marco Gabusi e l’assessore alle Manifestazioni Paolo Gandolfo: «“Essere territorio” è anche condividere con passione patrimoni di questo genere celebrandoli e attualizzandoli in modo da garantirne la vitalità e da non rilegarli fra le nostalgie e i ricordi.

La Fiera del Tartufo e la Fiera di San Martino vanno sempre in questa direzione e costituiscono quel ponte di continuità che permette al Passato di germogliare e dare frutto al Presente. Canelli ne è consapevole e, ancora una volta, si presenta all’appuntamento con le sue tradizioni più autentiche e con le sue più genuine mitologie».

Sabato 12 novembre, alle ore 15, nel salone San Tommaso (Circolino), inaugurazione della mostra guidata ed itinerante “Il grido della terra”, a partire dall’Enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco;

ore 17,30 in piazza Cavour, accensione del pino offerto alla città dalla Circoscrizione del Bondone, seguita dalla dimostrazione dei Vigili del Fuoco di Villazzano ed inizio mercatino con prodotti trentini.

Domenica 13 novembre, “Fiera regionale del Tartufo – Fiera di San Martino e Giornata Europea dell’Enoturismo:

dalle ore 8,00, nel centro storico, Fiera di San Martino (oltre 100 bancarelle);

dalle ore 8,00 nella zona Stazione FS e corso Libertà, esposizione e vendita tartufi e mercatino prodotti enogastronomici;

ore 10,00, in via GB Giuliani, 29, inaugurazione Fiera del Tartufo, seguita dalla Mostra concorso Tartufo Bianco esteso ai Trifulau, Commercianti e Ristoratori; seguiranno le premiazioni (primi tre di ogni categoria), degustazioni Moscato di Canelli e vini del territorio; alle ore 12,30, premiazione vincitori della Mostra concorso;

dalle ore 10,00 alle 12 e dalle 15,00 alle 17,00, in piazza Cavour, “Tartufaia didattica” con ricerca simulata di tartufi bianchi e neri;

ore 10,30, nel centro storico, esibizione della Banda musicale ‘Città di Canelli’;

dalle ore 10,30, il bus navetta del ‘Moscato Canelli’, ogni 30 minuti, da via GB Giuliani (angolo via Alba), accompagnerà i turisti a visitare i vigneti, le cantine e degustare i vini nelle aziende;

dalle ore 11,00, esibizione di Show-cooking a cura di Marchisio Eleonora (i piatti elaborati potranno essere gustati sul posto);

dalle ore 12,00, in via GB Giuliani, le Pro Loco del territorio proporranno piatti della tradizione gastronomica locale;

ore 15,30, in piazza Cavour: intervento del dott. Edmondo Bonelli: “Il tartufo bianco: gestione delle tartufaie spontanee e nuovi impianti”; seguirà l’ “Elogio al Tabui” (passerella dei cani da cerca e dei loro accompagnatori) con la premiazione del “Collare del Saggio Tabui”;

Luna Park, il ricco appezzamento dei mezzi di divertimento, in piazza Gancia, è stato molto frequentato dal 28 ottobre. Durerà fino al 13 novembre.

In piazza Cavour, la Pro loco Città di Canelli proporrà la farinata cotta nei tradizionali forni a legna con degustazione vini e la Pro Loco Antico Borgo Villanuova di Canelli proporrà la ‘Bisecca’ (zuppa di trippa) e ‘Friciule’ con affettati o formaggi.

In via G.B. Giuliani, la S.P.I.L. Onlus proporrà polenta e salsiccia e ‘friciule’ con lardo e l’associazione Santa Caterina del Palio di Asti, proporrà le tagliatelle al tartufo e carne cruda al tartufo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *