Strevi, piloti per un giorno contro il neuroblastoma

Strevi. Volete provare il brivido di salire su un’auto da rally e diventare copiloti per un giorno? Domenica 19 marzo a Strevi ci sarà l’occasione buona. Partecipando a “Un giorno di traverso 5 – esibizione di auto da Rally su asfalto”, una giornata di sport e solidarietà organizzata dalla Asd MgMotorsport di Strevi, presieduta da Frank Tornatora, ex pilota di rally.

Dalle 9 alle 18, nel Piazzale ex Statica a Strevi, sarà allestita un’esibizione di auto da rally su asfalto: non sarà una gara a tempo, ma verranno premiate le esibizioni più spettacolari. Adulti e ragazzi (con l’autorizzazione dei genitori), in assoluta sicurezza potranno salire su un’auto da rally, come passeggeri, con un piccolo contributo di 5 euro, e vivere tutte le emozioni di un circuito, che prevede anche due inversioni. Per le vetture partecipanti è stato fissato un limite a 20. Tra le novità, anche una classifica tutta al femminile e il premio al papà più spettacolare.

La manifestazione è organizzata per raccogliere fondi per la ricerca scientifica e dire tutti insieme #stopneuroblastoma. «La ragione che ci rende ancor più entusiasti – spiegano gli organizzatori – è il piacere di rinnovare la collaborazione con l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus, ai cui progetti devolveremo, anche per questa edizione l’intero incasso. Un grazie speciale all’Amministrazione comunale e al Sindaco di Strevi, Alessio Monti, per averci rinnovato il benvenuto nel suo Comune; alla famiglia Arditi per la disponibilità nel metterci a disposizione l’area dove si svolgerà l’evento».

L’incasso, infatti, sarà devoluto ai progetti di ricerca contro il Neuroblastoma sostenuti da oltre 20 anni dall’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus, come il “Progetto Clinico – Traslazionale Italiano per il Neuroblastoma”, volto a individuare cure innovative ed efficaci, nuovi farmaci e terapie sempre più personalizzate e a misura di bambino, a cui collaborano i principali centri d’eccellenza italiana. L’obiettivo per il 2017 è quello di finanziare un importante progetto di Immunoterapia Genetica che, dopo due anni di laboratorio, sarà testato a breve sui primi pazienti all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il Neuroblastoma è un tumore maligno subdolo e aggressivo, che registra ogni anno in Italia 150 nuovi casi, ed è la prima causa di morte per malattia in età prescolare, dopo le leucemie. Spesso non viene riconosciuto dai primi sintomi, simili a quelli di una semplice influenza (pallore, inappetenza, cambio d’umore, rifiuto a camminare) e quando si giunge alla diagnosi, si presenta in fase già avanzata con metastasi allo scheletro e al midollo.

Partecipare a “Un giorno di traverso 5” è un modo divertente per tutti di sostenere questo importante progetto e aiutare i bambini a guarire. La ricerca scientifica è l’unica reale speranza di vita per i piccoli ammalati di tumore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *