Bistagno 6ª ed ultima serata del Rural Film Festival

Bistagno. Venerdì 24 marzo, alle 21.30, presso la Gipsoteca comunale Giulio Monteverde di Bistagno, si svolge la 6ª  e ultima serata del “RFF – Rural Film Fest, rassegna cinematografica a tematica ambientale e contadina, organizzata in collaborazione con A.R.I. (Associazione rurale italiana) e con il festival delle terre – premio internazionale audiovisivo della biodiversità.

«Protagonista della serata – spiega la direttrice  arch. Chiara Lanzi – sarà il 1º documentario “Piccole aragoste crescono” di Francesco Cabras e Alberto Molinari (Italia 2013, 29 minuti). Una testimonianza del successo delle politiche ambientali sostenibili che tentano di lavorare in sinergia con il territorio. “Provare a vivere del mare senza ucciderlo” è stato il leit-motiv che ha ispirato il progetto di ripopolamento dell’aragosta rossa del Mediterraneo in alcune aree della Sardegna. Un racconto non istituzionale sulle sfide e i successi dei nuovi “agricoltori del mare”. Il 2º documentario sarà “Pastori” di Paolo Casalis (Italia 2016, 30 minuti). Le colline dell’Alta Langa o della Langa Astigiana, le alte montagne della provincia di Cuneo o del biellese sono alcuni dei territori del Piemonte in cui, da secoli, i pastori raccontati in questo documentario vivono in perfetta armonia con la terra e con le loro greggi. Girato tra la stagione estiva e quella autunnale, in occasione delle fiere ovino – caprine di Murazzano, Roccaverano, Ternengo e Vinadio, “Pastori” è lo spaccato di un mondo dalle tradizioni antiche ma tuttora vivo e produttivo, che non vuole e non può essere relegato al passato o a una dimensione di folclore. Le fiere diventano così per i nostri pastori l’occasione per incontrare il pubblico e per fare conoscere i propri prodotti».

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. Dopo le proiezioni seguirà la presentazione del lavoro e le degustazioni delle aziende agricole: Gamba di Sessame, Virginia di Cassinasco, Cà d’Baldo di Canelli; Casagrossa di Mombaldone. Per maggiori informazioni si possono seguire le pagine Facebook del RFF, della Gipsoteca e di ARI. «La Gipsoteca Giulio Monteverde, corso Carlo Testa 3 a Bistagno, – conclude la direttrice Lanzi – è un centro culturale di eccellenza, collocato nel cuore della Valle Bormida, incantevole area lontana dai grandi nuclei urbani. Una delle sue missioni è farsi “vedetta” del territorio, occupandosi non solo delle collezioni custodite all’interno delle proprie mura, ma anche dei beni culturali diffusi e del paesaggio circostante. In quest’ottica è nata la collaborazione con ARI che lotta per politiche a sostegno dell’agricoltura contadina e della cura per l’ambiente».

G.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *