convegno nel nome di Escoffier

Due giorni di convegno nel nome di Escoffier

Acqui Terme. Per tre giorni, chef stellati, discepoli di Escoffier, hanno pacificamente invaso la Città dei fanghi. Hanno ammirato le sue bellezze architettoniche e paesaggistiche, hanno apprezzato i sapori della cucina locale e anche i profumi dei vini della zona. Hanno parlato di cucina internazionale e anche dato un saggio della propria bravura. Tutto questo e molto di più ha rappresentato l’essenza del convegno promosso dalla delegazione del Piemonte e Valle d’Aosta svoltosi al Grand Hotel Nuove Terme lunedì 3 e martedì 4 aprile.

Un convegno cui hanno partecipato il segretario generale internazionale dei Discepoli di Auguste Escoffier, il presidente nazionale Francesco Ammirati e il presidente della delegazione Piemonte Valle d’Aosta Carlo Pietro e che ha visto l’intronizzazione di quattordici nuovi discepoli fra i quali tre dell’acquese. Si tratta del vicesindaco Franca Roso, che ha ricevuto la fascia verde concessa ai gastronomi, di Annalisa Vittore di Cuvage e Michela Marenco dell’omonima casa vinicola in qualità di produttori di vino. «Per me ricevere questa fascia è motivo di orgoglio – ha detto il vicesindaco Franca Roso – francamente non pensavo di essere fra i prescelti ma probabilmente hanno tenuto conto del fatto che sono una buona forchetta e che mi piace il buon cibo». Poi il Vice Sindaco esce dal ruolo di premiato e riprende quello di amministratore. «Credo che questo convegno sia stato per la nostra città una grande opportunità dal punto di vista turistico. Gli chef e le famiglie hanno avuto modo di conoscere le peculiarità di Acqui e mi è piaciuto il fatto che, ancora una volta, si è riusciti a coinvolgere i ragazzi del turistico che, come bravi ciceroni, in francese, hanno fornito informazioni efficaci per far conoscere la città agli ospiti».

Fra i nuovi intronizzati, come anticipato, anche Michela Marenco e Annalisa Vittore. «È un premio che mi fa particolarmente piacere – ha detto Michela Marenco – questa associazione è famosa in tutto il mondo e il fatto che abbia scelto Acqui Terme per svolgere il proprio convegno per noi non può che essere motivo di orgoglio. Questa è una terra di vini e di buon cibo che merita di essere promossa a 360 gradi e questa è stata una grande opportunità». Un pensiero condiviso anche da Annalisa Vittore di Cuvage. «Ringrazio i Discepoli di Escoffier per questo riconoscimento – ha detto – è chiaro che questo convegno rappresenta un’opportunità di promozione per il territorio».

Gi. Gal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.