Acqui Terme

Acqui: porfido al posto delle lastre di luserna

Acqui Terme. Nei 150 mila euro deliberati da Palazzo Levi per migliorie alla viabilità rientra anche piazza Italia. O meglio la parte di pavimentazione che si trova davanti alla fontana delle Ninfee. Un pezzo di piazza coperto da lastre di luserna, che spesso, in inverno, hanno rappresentato un pericolo per i pedoni. «Quelle lastre, nate insieme al progetto della fontana e ci tengo a sottolineare non fatto dalla mia amministrazione – puntualizza Enrico Bertero, sindaco della Città – hanno rappresentato un problema fin da subito. Così come le perdite di acqua. Era dunque necessario intervenire». L’idea è quella di sostituire le lastre con il porfido. Lo stesso già utilizzato per lastricare piazza Italia e corso Italia. «I lavori che stiamo eseguendo – aggiunge Bertero – dovrebbero anche impedire altre fuoriuscite di acqua».

La sostituzione delle lastre in pietra è già iniziata nei giorni scorsi e, tempi tecnici permettendo, dovrebbero terminare entro una settimana. Fra le altre opere legate al miglioramento della viabilità ci sarà anche la sistemazione dello spazio lasciato vuoto dall’edicola di giornali di corso Divisione spostatasi in piazza Allende, così come la sistemazione di alcune buche e marciapiedi. «Viste le polemiche di questi giorni – dice ancora il Primo Cittadino – vorrei aggiungere che abbiamo iniziato il taglio dell’erba. Abbiamo avuto alcuni problemi tecnici nella gestione del servizio ma ora è tutto risolto». Il taglio dell’erba inizierà proprio in centro dove si sono levate anche delle lamentele da parte dei cittadini e poi anche in periferia. Specialmente in via Nizza dove l’erba sta diventando davvero parecchio alta.

Gi. Gal.

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close