Bubbio: il 23 aprile la 98ª sagra del polentone

Bubbio. C’è gran fermento in paese, cuore della Langa Astigiana,  in vista della 98ª edizione della sagra del Polentone di Bubbio in programma domenica 23 aprile. La Sagra del Polentone però inizierà già sabato 22 aprile, dalle ore 20, con la “Serata nel Borgo Antico”. Per le vie del paese si avrà la possibilità di incontrare i personaggi del polentone; calderai negli accampamenti popolani, briganti… Si potranno gustare alcune tipiche vivande, semplici e genuine: pane e lardo, torta verde, ceci e costine, focaccine, pane e frittata, pane bagnet ecc..

Domenica 23, poi, fin dal mattino inizerà la Sagra del Polentone: dalle ore 9 il mercato del borgo apre alle genti venute da ogni dove; per le vie del paese antico esposizione e vendita di prodotti tipici e mercanzie varie; ore 11: lettura sulla pubblica piazza dell’editto annunciante l’inasprimento delle tasse e dei dazi; ore 15: il popolo radunatosi sulla pubblica piazza, a cui si è tenuto il curato con il suo seguito di chierichetti e pie donne, si incammina verso il castello per chiedere udienza al suo Signore; ore 15,30: il castellano ordina alle guardie di lasciare entrare il capo del popolo ed il curato, dopodiché gli consegna la farina per sfamare con un’enorme polenta, non solo il popolo ma anche tutti i viandanti; ore 15,30: il castellano ordina l’inizio della cottura della polenta ai cuochi di corte; ore 15,35: per le vie del borgo inizia una grande festa in onore del castellano. Esibizione di gruppi folkloristici con la presentazione del piatto in ceramica tipico della manifestazione; ore 16: il signore offre al popolo l’esibizione del gruppo degli sbandieratori del gruppo “Asta” del Palio di Asti; ore 16,30: il castellano nomina due nuovi membri della confraternita “J’amis del polenton ed Bube” quali custodi nel tempo a vivere dei valori di questo grande giorno; ore 17: il signore ordina lo scodellamento e la distribuzione del polentone; ore 17,30: il signore ordina che le tasse ed i dazi siano nuovamente ridotti e che la festa sia ripetuta ogni anno. Poi, col suo seguito, rientra nel castello.

Per tutta la durata della festa sarà in vendita il piatto commemorativo per la 98ª edizione.

 

(su L’Ancora n.16 del 23 aprile 2017, speciale sul Polentone di Bubbio)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.