Acqui TermeVideo

Due nuovi mezzi per la Cri acquese

Acqui Terme. Sabato 22 aprile alle ore 10,30 in piazza della Bollente il comitato acquese di Croce Rossa Italiana ha inaugurato il nuovo mezzo di soccorso avanzato 118 su meccanica Fiat Ducato e la Fiat Panda utilizzata per le dimissioni e per il servizio dialisi. A benedire i due mezzi il cappellano della Croce Rossa Comitato di Acqui, don Antonio Masi, che ha voluto sottolineare l’importanza del volontariato, ricordando che aiutare gli altri è un dono che facciamo in primis a noi stessi.

Presenti, il Sindaco di Acqui, Enrico Bertero e l’assessore ai lavori pubblici, Guido Ghiazza, per un doveroso ringraziamento della città al comitato acquese che sempre si distingue per la sua generosità di intervento sul territorio, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Acqui Capitano Ferdinando Angeletti e il vice Comandate della Guardia di Finanza Luogotenente Giuseppe Giordano. In veste di responsabile di area 6 di CRI comitato acquese, Mauro Bozzolasco ha spiegato i motivi della crescente necessità di nuovi mezzi di soccorso ed equipaggi, per la maggior parte riconducibili al depotenziamento dell’ospedale “Mons. Giovanni Galliano” di Acqui, dovendo così muovere personale e mezzi alla volta di Alessandria o in centri ancora più distanti.

A tagliare i nastri le madrine, Erika Berta ed Enza Padalino, e i padrini, l’ing. Danilo Garbarino e Celso Ghione, a seguire l’intervento del presidente del comitato acquese di CRI, Maurizio Monti, che visibilmente commosso ha voluto ringraziare tutta la sua squadra senza dimenticare quanti si adoperano ogni giorno dietro le quinte, con lavoro, impegno e dedizione continua. Un ringraziamento a quanti hanno potuto contribuire con donazioni, assicurando che è il miglior investimento per il futuro e per le persone che abitano il nostro territorio. Intervenuti alla manifestazione il gruppo CRI Valbormida il comitato CRI di Cassine, la P.A. Croce Bianca di Acqui Terme, la Misericordia e gli amici Alpini.

Con l’occasione sono state consegnate le croci di anzianità di servizio, al termine le foto di rito, quindi il rinfresco presso il dehors messo a disposizione dai titolari del bar Gusta, dove si son potuti gustare i salatini offerti dalla panetteria pasticceria Giancarlo Guazzo e il vino offerto dalla Cantina Banfi di Strevi. L’atmosfera particolare che si è creata in una giornata tanto radiosa ha trasformato la piazza della Bollente nella cornice perfetta di un evento che è andato oltre l’inaugurazione dei due mezzi di Croce Rossa ed è stato il ritratto del lavoro svolto da quanti sono impegnati nel soccorso e nel volontariato in generale.

G.B.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close