Concerto per la chiusura dell’anno accademico Unitré

Canelli. Sabato 6 maggio, alle ore 16, al Foro Boario di Nizza Monferrato, l’Università della Terza Età chiude il suo 34° anno di attività con un concerto del trio Felice Reggio alla tromba e al flicorno, Massimo Currù alla chitarra e Manuele Dechaud al contrabbasso  che presentano “Chet’s sound“.

L’Unitré è un’accademia di cultura  e di umanità che opera nelle sedi di Canelli, Nizza Monferrato, Santo Stefano Belbo, Incisa Scapaccino, Calamandrana, Montegrosso, Cerro Tanaro e Fontanile/Mombaruzzo.

Durante l’anno accademico,  iniziato il 4 ottobre scorso, sono state tenute  191 lezioni  con 98 docenti. I soci di anno in anno aumentano ed hanno raggiunto, a fine anno, il totale di 520.

Oltre alle lezioni sono stati organizzati viaggi sociali, corsi di ginnastica dolce, laboratori di musica, di pittura e di informatica. L’Unitré opera in collaborazione con altre agenzie culturali, sociali e ambientali, con le biblioteche  del territorio. Nel mese di novembre ha portato nelle scuole e nelle comunità della Valle Belbo,  e non solo, la mostra “Il  grido della terra”, facendo opera di sensibilizzazione  alla custodia delle Nostra Madre Terra che “soffre per il danno che le procuriamo”.                               «Il Consiglio  direttivo – segnala il maestro e direttore dei corsi Unitre, Romano Terzano – sentitamente ringrazia le amministrazioni comunali e quella  provinciale che  sostengono  l’associazione, il Presidente  del Comitato della Croce Rossa di Canelli, la famiglia Bosca, i docenti che volontariamente e gratuitamente  ci elargiscono la loro simpatia ed il loro sapere e tutti soci che con assiduità e passione frequentano e sostengono tutte le iniziative  promosse».

Con la chiusura ufficiale dei corsi, il Consiglio direttivo sta già lavorando per  predisporre il programma del nuovo 35° anno accademico.

Al di fuori dei corsi è già programmata, in estate, una conferenza estiva con il prof. Sergio Grea e, per altre attività in custodia dell’ambiente, come ad esempio la proiezione del film “Un punto di non ritorno” di Leonardo Dicaprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *