“Nizza è Barbera” la città capostipite del territorio

Nizza Monferrato.  Presso l’Enoteca regionale di Nizza  è stata presentata l’edizione 2017 di “Nizza è Barbera” la manifestazione più importante per la promozione della Barbera in  provincia di Asti ed a livello regionale e per quanto riguarda questo vitigno anche a livello nazionale.  Ci sembra importante riportare il pensiero dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Giorgio Ferrero, a proposito  di questa manifestazione: “Sulla Barbera la città di Nizza è locomotiva di traino al sistema  e capofila di questo territorio e di questo vino”.

A presentare la manifestazione  nel Palazzo baronale Crova, nella sala degustazione,  il presidente dell’Enoteca regionale, Mauro Damerio con il sindaco Simone Nosenzo e l’Assessore alle Manifestazioni, Marco Lovisolo; con loro il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e dei vini del Monferrato, Filippo Mobrici; il vice presidente della Produttori del Nizza, Daniele Chiappone; Stefano Chiarlo per Astesana, Pier Ottavio Daniele che ha collaborato all’organizzazione e Paolo Poncino,  responsabile dell’Associazione Sommelier della provincia di Asti.

In apertura il ringraziamento del presidente dell’Enoteca Mauro Damerio che ha rivolto un ringraziamento a tutti per “aver creduto in questa manifestazione, dall’Amministrazione comunale a tutti gli enti coinvolti”.

Il sindaco Nosenzo non ha mancato di evidenziare l’importanza che è andata crescendo nel tempo con Nizza che si pone come obiettivo di diventare il “centro della Barbera”, ribadita subito dopo dall’Assessore Lovisolo “E’ un orgoglio partecipare e vedere coinvolti Enoteca, Produttori, Commercianti nicesi” con una sola parola d’ordine “vedere la Barbera inserita in ogni piatto”. Daniele Chiappone da parte sua ha sottolineato come “la Barbera, nel tempo,  migliori e per questo è stata inserita una degustazione di vecchie annate” ed per il presidente di Astesana,  Chiarlo  “la formula di questa manifestazione deve essere presa ad esempio per la collaborazione; Nizza è Barbera è un laboratorio di come si deve lavorare insieme” con l’invito alla Regione  di essere “la regia unica di questo tipo di manifestazioni”.

Un plauso all’Amministrazione comunale di Nizza è venuto dal presidente del Consorzio barbera, Mobrici “Ha avuto coraggio ad identificare il territorio con la Barbera; il Monferrato ha bisogno di un punto di riferimento e Nizza lo sta facendo”.

L’Assessore regionale Ferrero ha concluso con un plauso ai produttori “che si prendono dei rischi.  Il sistema della Barbera fa qualità.  E’ necessario non omologare questo tipo di manifestazioni, ma farle dialogare”.

La presentazione è terminata con un brindisi beneaugurante a base di…Barbera.

Nel nostro prossimo numero il programma completo e dettagliato della due giorni di “Nizza è Barbera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *