Gli Alpini della Sezione di Acqui a Treviso

Treviso. La bella e pittoresca città di Treviso ha ospitato, da venerdì 12 a domenica 14 maggio la 90ª Adunata nazionale degli alpini. «All’Adunata del Piave, – spiega Roberto Vela capogruppo Gruppo di Acqui – tra le oltre trecentomila penne nere presenti, c’erano anche gli alpini acquesi, che hanno raggiunto la cittadina veneta in circa 200 con 3 pullman più alcuni mezzi privati. La città di Treviso è stata pacificamente invasa dagli alpini, che hanno voluto ricordare il sacrificio che cent’anni fa i nostri “veci” hanno compiuto sul Piave, con una memorabile ed imponente sfilata durata circa dodici ore. La presenza del coro sezionale di Acqui “Acqua Ciara Monferrina”, che ha tenuto un applauditissimo concerto il sabato sera presso la chiesa di S. Agnese e reso gli onori al fondatore della sezione Luigi Martino sul Monte Grappa presso la lapide che ricorda la trincea dove egli servì la Patria, e della fanfara sezionale che, come sempre, ha svolto un egregio servizio rendendo più solenne la nostra partecipazione. Con il consigliere nazionale Giancarlo Bosetti, il presidente sezionale Angelo Torrielli, i consiglieri sezionali, erano rappresentati tutti i Gruppi della Sezione. Hanno sfilato con noi il vice sindaco di Acqui Terme dott.ssa Franca Roso, i sindaci di Bistagno, Maranzana, Merana, Morsasco, Orsara Bormida, Ponzone e Spigno Monferrato a testimoniare quanto gli alpini fanno presso le comunità nelle quali sono inseriti.

Il gen. di C.d’A. Federico Bonato, comandante delle Truppe Alpine, ha voluto renderci un grande onore, sfilando con la nostra sezione.

L’Adunata del Piave è conclusa, il testimone passa a Trento che ci ospiterà il prossimo anno in occasione della 91ª Adunata nazionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *