Il ricordo di Chericoni e Rosa Carlini

Masone. Il parco giochi, ubicato in località Piana nell’area compresa tra via Piave e piazza Bottero, ed il parco di villa Bagnara verranno intitolati rispettivamente a Sergio Chericoni ed a Rosa Carlini.

Lo ha deciso l’amministrazione comunale in seguito ad istanze formulate dai cittadini che hanno richiesto di ricordare il benefattore e volontario Sergio Chericoni e la benefattrice Rosa Carlini allo scopo di rendere un giusto tributo alla memoria di due personaggi particolarmente meritevoli nella ricerca di favorire le attività del volontariato locale.

Sergio Chericoni, nato a Campo Ligure nel 1925, deceduto a Genova nel 2011 e residente a Masone a partire dal 1964, si è lungamente adoperato in vita nelle associazioni masonesi di volontariato quale artigiano e pittore lasciando i frutti del proprio ingegno in particolare presso l’oratorio della Natività di Maria Santissima nel centro storico masonese, e dedicandosi, in particolare, alla manutenzione del parco giochi che già in passato era stato collocato presso l’area compresa tra via Piave e piazza Bottero.

Nell’Oratorio del Paese Vecchio è presente, tra l’altro, un affresco di Chericoni che ricorda l’apparizione della Madonna sul monte Bonicca.

Negli anni della pensione inoltre si è dedicato molto ai giovani: in particolare come Cooperatore Salesiano è stato uno dei primi collaboratori di Suor Aurora rendendo possibile l’apertura pomeridiana ai giovani della Sala Don Bosco e iniziando quel bellissimo cammino dell’attività estiva, che tutt’oggi prosegue con “Estate Ragazzi”, e adoperandosi in supporto dei bambini dell’Oratorio con piccoli lavori artistici e artigianali.

Il parco giochi della Piana era stato ripristinato lo scorso anno dal comune di Masone, con il supporto dei volontari, a diversi anni dallo smantellamento del precedente.

Per quanto riguarda, invece, Rosa Carlini, classe 1917 e deceduta nel 2013, viene ricordato il suo silenzioso impegno per supportare economicamente a più riprese enti ed istituzioni masonesi quali il Comitato locale della Croce Rossa, la Scuola dell’Infanzia Barone Giulio Podestà e la Casa di Riposo G.V.M. Macciò.

Nel dicembre 2010 la ricordiamo anche presente all’inaugurazione della nuova sede della C.R.I. nell’edificio di villa Bagnara, chiamata al taglio del nastro tricolore in segno di riconoscenza verso un’amata benefattrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *