Home / Appuntamenti / Banca del tempo – l’Idea Festa del tempo e dei saperi

Banca del tempo – l’Idea Festa del tempo e dei saperi

Ovada. Anche quest’anno ri­torna il consueto appuntamen­to annuale della Banca del Tempo – “l’Idea”: la “Festa del tempo e dei saperi”.

Questa volta la festa ritorna  alla sala mostre di piazza Ce­reseto, recentemente rinnova­ta.

Sino a lunedì 29 maggio si svolgerà  la  manifestazione conclusiva delle iniziative che i soci della Banca del Tempo – “l’Idea” hanno portato avanti nel periodo settembre 2016 – maggio 2017.

Contemporaneamente ecco i “Venerdì dell’Idea”, il progetto che, con il patrocinio del Co­mune di Ovada, ha inteso svi­luppare una partecipazione viva e di sostegno culturale, artistico e solidale.

L’esposizione proposta delle attività e dei lavori svolti dai gruppi tematici, da Internet_ide@ ad Inglese in­sieme, da Arteinsieme a Ma­glia che passione da Scrittura creativa a Taglio e cucito, dal Gruppo informatica ad Ovada­Meteo,  è un esempio di que­sta partecipazione.

Dicono gli organizzatori: “Una panoramica vasta e il più pos­sibile completa di tutte quelle conoscenze che ognuno di noi possiede ma che spesso ri­mangono nascoste, qualche volta anche a noi stessi. E che è negli obiettivi della Banca del Tempo valorizzare e so­prattutto condividere con gli al­tri, per rendere effettivo quello scambio di tempo e di saper iche è alla base dell’associa­zione”. L’inaugurazione della mostra  è avvenuta mercoledì pomeriggio 24 maggio. Duran­te la festa in particolare si se­gnalano le due serate dei “Ve­nerdì dell’Idea: la prima giove­dì 25 maggio promossa dal Gruppo Informatica dal titolo “False mail e fake news – come riconoscerle”  ed il se­condo “Tiziano firma il calen­dario Pirelli del 1538” dove Marco Ferrando proporrà per il ciclo “Non si vede niente” un’analisi insolita del famoso dipinto “La venere di Urbino” di Tiziano.

La festa si concluderà con un evento musicale sabato 27 maggio alle 21 con “Cantautori a richiesta” con Fabio Casano­va e per finire con un “brindisi di chiusura”  lunedì  29 maggio alle 18.

L’iniziativa è gratuita ed aper­ta a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *