Presentato il “contesto” introduttivo dei festeggiamenti di Cairo Medievale

Cairo M.tte. Mercoledì 31 maggio, alle ore 10,00, presso il teatro comunale “Chebello” del Palazzo di Città di Cairo Montenotte, si è tenuta una conferenza introduttiva, nel contesto dei festeggiamenti di Cairo Medievale di quest’anno.
Il tema di quest’anno è tratto dalle direttive dell’ONU che ha dichiarato il 2017: “Anno del turismo sostenibile”. In questo contesto si è pensato di organizzare i festeggiamenti di agosto (che quest’anno cadranno dal 5 al 10) con un tema adatto a celebrare la ricorrenza.

Nel medioevo non esisteva evidentemente il turismo. Erano però frequenti i viaggi di esplorazione e scambio, e proprio dall’Italia era partito Marco Polo, con il padre e lo zio, alla scoperta dell’impero mongolo.

La festa di agosto avrà un contesto più confidenziale e giocoso, ma proprio per ribadire una certa distinzione tra la favola e la Storia, la Pro Loco Città di Cairo Montenotte, con il patrocinio del Comune e dell’Istituto Secondario Superiore di Cairo hanno deciso di invitare tre importanti personalità della ricerca storica per meglio illustrare l’aspetto documentato e scientifico dei viaggi e delle scoperte durante il Medio Evo, tanto in ambito locale che in una visione generale.

L’evento avrà nome: ITER AD ORIENTEM. I viaggi nel medioevo tra pellegrini, mercanti ed esploratori.

Hanno partecipato alla conferenza: Carmelo Prestipino, Presidente della Società Savonese di Storia Patria, e della sezione Val Bormida dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri; Giannino Balbis, Docente universitario presso l’ateneo genovese (Storia Medievale), poi docente di italiano e latino presso il liceo Calasanzio di Carcare e Francesco Surdich: Docente di Storia delle esplorazioni e delle scoperte geografiche presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Genova.

Alla conferenza, gratuita ed aperta al pubblico, hanno partecipato gli alunni dell’Istituto Secondario Superiore e della Scuola Secondaria di Primo Grado di Cairo Montenotte.

SDV

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *