«Metafore di Vita» di Maria Rita Vita

Acqui Terme. Sabato 27 maggio, nella Sala d’Arte di Palazzo Robellini piazza Levi, è stata inaugurata la mostra «Metafore di Vita» di Maria Rita Vita curata da Luisa Pavesio che resterà aperta al pubblico sino al 11 giugno con il seguente orario: martedì-mercoledì-giovedì: 16-19.  venerdì, sabato domenica: 10- 12 e 16-19. Il 2 giugno aperto.

Presenti all’inaugurazione, oltre all’artista ed alla curatrice Luisa Pavesio, la scrittrice Isabella Pileri, che ha illustrato il suo terzo romanzo “Schegge di Memoria”, un “rose noir” edito da De Ferrari nel 2017 con cover di Maria Rita Vita tratta dal quadro “Il blu della speranza”, ed il violinista Giorgio Gnecco, che ha eseguito musiche di Bach e Paradisi.

Le opere dell’artista massese, pur inquadrabili ad una prima osservazione nell’Action Painting nordamericano, risultano da questo fortemente autonome – come annota nel saggio critico a catalogo Federica Flore -conservando tracce di elementi naturalistici legati al paesaggio apuano. Fiori, terra, marmo, sono a volte esplicitamente ritratti, ed altre volte solo allusi nel forte ed allegro colorismo e nelle spesse e brillanti cappe materiche. Analoghi influssi della cultura apuana sono rintracciabili nei materiali utilizzati, come nelle famose “pitture scolpite”, candide tele elaborate con polveri di marmo, che sono state esposte nel 2016 – primo esempio mondiale di mostra nelle viscere della terra, all’interno delle Cave di Ravaccione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *