Home / Ovada / Il successo di “Fiorissima” numeri in continua crescita

Il successo di “Fiorissima” numeri in continua crescita

Ovada. Si chiude con circa 3000 visitatori (a cui si devono aggiungere i circa 200 fra accreditati ed invitati) la 3ª edizione di “Fiorissima”, la grande rassegna vivaistica svoltasi nel fine settimana nella splendida cornice del parco di Villa Schella ad Ovada.

Per 3 giorni, da venerdì 2 a domenica 4, un flusso continuo di visitatori ha esplorato gli stand dei vivaisti, e ammirato la location, il bellissimo parco che la padrona di casa, Maria Zanioli Tarò, ha voluto aprire per l’occasione.

Soddisfatti gli espositori, gratificati sia nelle vendite che nei commenti dei visitatori, così come l’organizzatrice Giovanna Zerbo, che tratteggia così il bilancio dell’evento.

«Ormai è il terzo anno che “Fiorissima” si svolge all’interno di Villa Schella, e devo dire che il connubio fra la location e la rassegna si conferma vincente, graditissimo da tutti. I numeri sono in costante crescita e credo che la gente apprezzi il significato di questa mostra, che è un’occasione per ammirare fiori e piante insolite, in una stagione particolare, al confine fra la primavera e l’estate. Vorrei ringraziare i tanti volontari che mi hanno aiutata in queste settimane, cominciando da Cristina Gallareto, Elisabetta Bottero, Raffaella Robbiano, Laura Caneva, Nicola Chiesa, Andrea Chiesa, e i ragazzi della sezione agraria dell’Itis “Barletti” di Ovada e dell’istituto turistico “Montalcini” di Acqui Terme, e ovviamente tutti gli sponsor senza i quali non sarebbe stato possibile realizzare questa esposizione».

Va detto che “Fiorissima” ha anche dato l’opportunità ai visitatori giunti ad Ovada spinti dalla passione per i fiori, di conoscere alcune delle più interessanti realtà culturali locali, a cominciare dai Castelli di Rocca Grimalda, Prasco e Trisobbio, per proseguire con l’Oratorio della SS.Trinità e S.Giovanni di Ovada dove sono state allestite aperture straordinarie per la gioia dei numerosi visitatori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *