La Fiera della birra… sempre più spumeggiante (VIDEO)

Acqui Terme. Bionde, rosse, scure, al doppio malto e anche analcoliche. Poi cibo tipico del Monferrato, musica e artisti di strada. Tutto questo e molto di più ha rappresentato la fiera della birra, giunta alla terza edizione, svoltasi dal 2 al 4 giugno in piazza Orto San Pietro. Una festa cui hanno partecipato centinaia e centinaia di persone.

Durante i tre giorni di fiera sono stati organizzati stand specializzati in street food e anche in prodotti caseari. Gettonatissimi quelli dedicati alla degustazione di birra italiana così come quelli dedicati al mercatino artistico. Insomma, la manifestazione si è rivelata una vera sorpresa che è riuscita a focalizzare l’attenzione di un pubblico proveniente da tutta la provincia. In particolare, venerdì per i più piccoli sono stati organizzati spettacoli di baby dance e, in serata, uno spettacolo della IX Regio che ha presentato una serie di tecniche di combattimento. Dal pugilato al combattimento con il gladio che ha affascinato soprattutto i più piccoli.

Fiera della birraSabato, invece, l’apertura degli stand ha avuto inizio fin dal mattino e ad essere particolarmente apprezzati sono state le esibizioni degli artisti di strada. Gli spettacoli sono stati organizzati fra piazza Orto San Pietro, corso Italia, via Garibaldi e piazza Italia. All’ora di pranzo ad avere la meglio sono stati i laboratori di degustazione. Proprio durante i laboratori si è avuta la possibilità di capire come la birra va bevuta, come va servita e con quali cibi si può abbinare per esaltare il suo sapore. Anche sabato non sono mancati appuntamenti dedicati ai più piccoli e concerti di musica dal vivo. Un copione che si è ripetuto la domenica dove l’affluenza del pubblico è stata massima.

Anno dopo anno dunque, questo appuntamento sembra raccogliere un consenso sempre maggiore fra gli acquesi e che merita di essere migliorata ancora di più nei prossimi anni. Non a caso a credere in questo evento, organizzato dalla “Banda della Bollente”, sono sempre più enti. Dalla Regione Piemonte al Comune, passando per l’Ascom, la Pro Lloco e una serie di associazioni come Crescere Insieme e la IX Regio, Matrice e Campo di Carte. In crescita anche il numero degli sponsor che il prossimo anno potrebbero aumentare ancora al fine di dare la possibilità alla manifestazione di allargarsi ancora e coinvolgere un numero sempre crescente di vie cittadine.

Gi. Gal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *