Home / Acqui Terme / Acqui in palcoscenico: la 34ª edizione
danza

Acqui in palcoscenico: la 34ª edizione

Acqui Terme. Ritorna “Acqui in Palcoscenico” ed allieterà le serate acquesi ed alessandrine dal 2 luglio al 4 agosto.

Acqui in Palcoscenico, nato per valorizzare le bellezze della città di Acqui e dedicato inizialmente al turismo termale è divenuto, negli anni punto di riferimento della danza in Piemonte, allargando l’interesse  ai giovani e agli appassionati di danza.

Il recente ingresso nella manifestazione di Alessandria, voluto dalla Pubblica Amministrazione della Città, testimonia il successo di un Festival che durante i trentaquattro anni di vita, ha saputo conquistare i consensi e l’apprezzamento di molte realtà del territorio.

Anche per questa edizione, sui due prestigiosi palcoscenici si alterneranno alcune tra le più significative produzioni italiane e non solo.

La particolare attenzione riservata ai giovani e alla danza contemporanea, sottolinea la tendenza al “nuovo” del Festival che, attraverso la creatività tutta italiana delle diverse formazioni presenti in cartellone, consente di tracciare un panorama della danza nazionale e non solo, sempre più in continuo mutamento.

Da Madrid la serata dei ragazzi del ‘Real Conservatorio Mariemma’ in “Jam/Sine Die”; da Cuba i lavori di due giovani coreografe che presentano “Cubita- cartoline da Cuba”; da Venezia la compagnia TocnaDanza con “Notturni d’acqua”; da Torino i giovanissimi di Lab 22 affrontano il sociale, con “Violet, storie di ordinaria violenza” e poi ancora “Concept#1” del Balletto Teatro di Torino; “Soirée Classique” firmato da Beatrice Belluschi e “Swanlake”, nuova versione del celeberrimo ‘Lago dei Cigni’ della Compagnia Jas Art Ballet, con Sabrina Brazzo, Andrea Volpinesta affiancati da un agguerrito manipolo di giovani usciti dall’Accademia del teatro Alla Scala.

Un momento particolare per “Pensieri dell’Anima” dedicato alla  figura di Micha Van Hoecke, importante presenza nella storica compagnia di Bejart, di cui compare nello spettacolo un raro video.

Due importanti appuntamenti internazionali che si avvalgono della musica eseguita dal vivo: “Tango y nada mas” della Compagnia Buenos Aires Tango e “Racies Flamenco” con Juan Lorenzo alla chitarra, contornato da Cantaores, musicisti e ballerini.

La serata  “Vivere di Danza”, dedicata a solisti e gruppi emergenti e il prestigioso “Premio  Acquidanza” assegnato per il 2017 a Micha van Hoecke, completano come sempre la manifestazione.

Parallelamente al Festival si riserva un importante spazio dedicato alla didattica e alla formazione, attraverso gli stages, le audizioni e i workshop, con costante attenzione alla cura e alla valorizzazione dei giovani talenti di ogni nazionalità.

La Direzione artistica è firmata anche quest’anno da Loredana Furno, che la manifestazione ha fatto nascere e crescere ininterrottamente in questi trentaquattro anni di edizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *