Visone: festa patronale e processione ‘au flambeaux’

Visone. Come ogni anno Visone è pronto a celebrare la sua festa più attesa, la patronale in onore dei santi Pietro e Paolo, in calendario giovedì 29 giugno, che sarà accompagnata da due giorni di festeggiamenti.

Già da lunedì, e fino a mercoledì, ad introdurre e preparare la festa patronale, nella chiesa parrocchiale si è svolto un triduo di preghiera, con la celebrazione, tutti i giorni, di una santa messa alle ore 21, con annessa una breve omelia.

Il momento culminante della festa sarà giovedì 29, giorno in cui ricorre la patronale dei Santi Pietro e Paolo: l’appuntamento è alle 21, presso la chiesa parrocchiale, con la messa solenne in onore dei santi che sarà presieduta dal Vescovo di Acqui mons. Pier Giorgio Micchiardi. Durante la messa, i canti saranno eseguiti dal coro parrocchiale “S. Cecilia”.

A seguire, il momento forse più atteso, con la tradizionale processione “au flambeaux” con le statue dei santi patroni portate per le vie del paese; alla processione parteciperanno, con i loro artistici crocefissi, le confraternite dei Battuti di Cassinelle, Bandita, Grognardo, Strevi, Terzo, Rivalta Bormida, Montechiaro, Toleto e Acqui Terme.

Per l’occasione, presterà servizio la Banda Musicale di Acqui Terme, che si esibirà in piazza Castello a partire dalle ore 22.

Al termine del concerto, nel suggestivo scenario del centro storico visonese, seguirà un momento di grande impatto scenografico, con il spettacolo pirotecnico che illuminerà di luci e colori la Torre civica, il belvedere e tutto quanto il paese: una tradizione che ha origini antichissime, se si pensa che già nelle gazzette di inizio novecento si citavano come “mirabili esempi di padronanza nell’uso delle sostanze esplosive a guisa di intrattenimento”, gli spettacoli pirotecnici visonesi in occasione della patronale.

Come di consueto, alla sacralità del giorno dedicato ai santi, farà infatti da cornice, nella serata di venerdì 30 giugno, un altro momento di aggregazione, molto apprezzato da tutti i visonesi, ovvero il tradizionale concerto in programma a partire dalle ore 21 nel centro storico.

Ad esibirsi nel “Concerto sotto la Torre”, insieme alla corale di casa, il coro “S. Cecilia” di Visone, diretto dal maestro Carlo Grillo e da Simone Buffa, apprezzato musicista visonese, si esibirà la violoncellista Giovanna Ivaldi. Per l’occasione sarà proposto un mix di musiche d’autore, spiritual e arrangiamenti di noti brani popolari.

La Corale Santa Cecilia è una vera istituzione per il paese: da quasi mezzo secolo, svolge un costante e qualificato servizio nelle solennità religiose dell’anno liturgico, sia presso la propria realtà parrocchiale, sia come coro ospite in rassegne corali, iniziative culturali o celebrazioni liturgiche, promuovendo concerti e iniziative anche a sfondo sociale e benefico. Il maestro Carlo Grillo lo dirige con dedizione da oltre 40 anni; suoi sono molti dei brani e degli arrangiamenti proposti dalle voci visonesi.

Giovanna Vivaldi, invece, laureata in violoncello nel 2008 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria, nel 2009 ha conseguito la laurea di secondo livello col massimo dei voti e la lode con una tesi sull’opera integrale per violoncello e pianoforte di Felix Mendelssohn Bartholdy, nel bicentenario della nascita.

Nel suo curriculum figura il 2º premio al Concorso Internazionale di Musica “Lorenzo Perosi” per la sezione formazioni orchestrali.

Vanta collaborazioni con l’Orchestra dell’Accademia Laboratorio Europeo della Musica, con l’Orchestra da Camera del Conservatorio di Alessandria, con l’Orchestra Classica di Alessandria, con l’Orchestra Camera Ducale di Vercelli, con l’orchestra sinfonica di Savona e nel 2011 ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di interpretazione musicale “Franz Schubert” nella sezione musica da camera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *