Home / Acqui Terme / Alla Fiera di S. Guido “vincono” i fuochi d’artificio (VIDEO)

Alla Fiera di S. Guido “vincono” i fuochi d’artificio (VIDEO)

Acqui Terme. Cala il sipario sulla Fiera di San Guido e, come tradizione vuole, è tempo di bilanci. C’è chi ha apprezzato la realizzazione del Luna park in Caserma e chi invece continua a bocciare questa scelta considerata troppo penalizzante per ciò che riguarda i parcheggi. C’è poi chi si è lamentato del traffico rallentato e chi ha notato la diminuzione degli ambulanti, tra l’altro, martedì pomeriggio, indecisi se rimanere o andarsene a causa dalla pioggia nella prima parte del pomeriggio.

C’è una cosa però che sembra aver messo tutti d’accordo: lo spettacolo pirotecnico, un vero e proprio tripudio di colori. I commenti, al riguardo, sono stati veramente tutti positivi. Anche su Facebook, dove le fotografie pubblicate sono piuttosto eloquenti. Si è trattato di 45 minuti di spettacolo e colori. Molti i fuochi alti visibili anche dagli appartamenti di casa. Particolarmente apprezzata è stata anche l’ordinanza del sindaco Lorenzo Lucchini per arginare eventuali emergenze.

Poi, però, c’è il discorso degli ambulanti. Sempre meno. Quest’anno, se si esclude il martedì che comprendeva anche il mercato settimanale, gli ambulanti si sono sistemati in corso Bagni, corso Dante, via XX Settembre e solo un lato di corso Cavour.

Un fatto questo che ha una spiegazione tecnica. La disciplina approvata dalla Giunta Regionale il 5 luglio 2011, ed entrata in vigore già dal 2012, ha limitato e limita tutt’oggi notevolmente la partecipazione degli operatori commerciali su area pubblica (“ambulanti”) ai mercati ed alle fiere. Tale norma infatti prevede che i Comuni della Regione Piemonte provvedano alla verifica di regolarità dei contributi INPS ed INAIL versati; nell’anno 2017 si deve verificare l’anno 2015.

Come si evince da quanto sopra richiamato, quindi, anche la fiera di San Guido svoltasi domenica 9, lunedì 10 e martedì 11 luglio, ha avuto un calo di partecipanti.

Gi. Gal.

(clicca qui per la festa religiosa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *