L’AscoPiemonte, dall’inizio di  agosto, ritira le nocciole

Canelli. In merito all’articolo sulla situazione della ditta Barbero di Santo Stefano Belbo, l’AscoPiemonte (organizzazione dei produttori frutta a guscio), a firma del presidente Pier Paolo Bertone  e del responsabile tecnico Gianluca Griseri, comunica quanto segue:

«Le 650 aziende citate come conferenti dell’azienda Barbero sono bensì aziende iscritte e socie dell’Ascopiemonte una Organizzazione Produttori Frutta a Guscio.

La Cooperativa ha sede operativa presso lo stabilimento della ditta Barbero con la quale fino alla fine del 2016 ha strettamente collaborato, ma oggi opera e continuerà ad operare in modo autonomo, ritirando le nocciole dei propri associati.

Il presidente dell’Ascopiemonte Pier Paolo Bertone precisa inoltre che,  “forte del supporto del Consiglio di Amministarzione, dei dipendenti  e degli stessi soci, grazie alle strutture, ai macchinari in uso fino al 2020 e all’accordo commerciale con la ditta Ferrero, l’Ascopiemonte, pur essendo all’interno della struttura della ditta Barbero, ha continuato e continuerà a lavorare, iniziando già nei primi giorni del mese di agosto a ritirare le nocciole dei propri associati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *