Home / Acquese / Presidenza Onoraria per Massimo Segre
Ingresso della casa di riposo

Presidenza Onoraria per Massimo Segre

Strevi. Con una cerimonia ufficiale, che si svolgerà domenica 10 presso la struttura, la Casa di Riposo per Anziani “Seghini Strambi e Giulio Segre” nominerà il dottor Massimo Segre presidente onorario.

Si tratta di una bella iniziativa, che rende omaggio a una famiglia molto legata a Strevi e che, nel recente passato, si è distinta per l’attivismo e la generosità nei confronti del paese.

Particolarmente profondo è inoltre il legame fra la famiglia Segre e la casa di riposo, che non a caso porta anche il nome di Giulio Segre, padre di Massimo Segre e marito di Franca Bruna Segre, per anni presidente della Banca Intermobiliare di Torino, che proprio per onorare la memoria del marito nel 1999 aveva contribuito direttamente e a proprie spese alla costruzione del nuovo reparto della Casa di Riposo, denominato appunto “Giulio Segre”, poi destinato ad ospitare i ricoverati non autosufficienti, e quindi, pochi anni dopo, nel 2005, la stessa dottoressa segre aveva contribuito alla realizzazione del fabbricato denominato “Soggiorno Giulio Segre”, che ancora oggi è deputato alla residenza del personale religioso operante presso la casa di riposo. Per queste e per altre meritorie opere, la dottoressa Segre era stata poi nominata, nel 2000, Presidente Onoraria della struttura.

La sua eredità è stata in tutto e per tutto raccolta dal figlio Massimo, che negli anni, dopo la morte della madre, ha continuato a manifestare attenzione nei confronti dell’Ente, con contributi in denaro e doni da distribuire al personale in occasione delle festività religiose.

La figura della dottoressa Segre sarà ricordata con la celebrazione, alle ore 17, di una santa messa in suffragio. Al termine della funzione, alla presenza delle autorità comunali e dei vertici della struttura, si procederà a conferire la Presidenza Onoraria al dottor Massimo Segre.

La direzione del soggiorno “Seghini Strambi e Giulio Segre”, inoltre, fa sapere che presto alla casa di riposo sarà installato un defibrillatore, acquistato con un contributo deliberato dalla Fondazione Banca Popolare di Novara. Una volta operativo, il defibrillatore sarà a disposizione, oltre che della struttura, anche di tutta la comunità strevese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *