Home / Sport / Altri sport / Pallapugno A playout: Merlese e Cortemilia si rivedranno allo spareggio
Pallapugno: Cortemilia - Merlese
Cortemilia - Merlese

Pallapugno A playout: Merlese e Cortemilia si rivedranno allo spareggio

Merlese 11 – Egea Cortemilia 6

Sarà spareggio, domenica 17 settembre alle ore 20,30 nello sferisterio di Canale, tra la Merlese e l’Egea Cortemilia, per la vittoria dei playout, dopo che i locali di capitan Pettavino si sono imposti nell’ultima gara disputata mercoledì 13 settembre  per 11-6 e le due squadre quindi hanno terminato  appaiate in classifica a quota 15. La vincente affronterà l’Alta Langa per cercare il quarto e ultimo pass per le semifinali.

Per commentare la gara ecco le parole del futuro capitano della Bioecoshop Bubbio, Andrea Pettavino, ora capitano della Merlese: «Credo sia stata una partita molto piacevole per il numeroso pubblico presente: sia io che Enrico Parussa abbiamo commesso pochissimi errori,  le rispettive squadre ci hanno dato un grosso aiuto. Diciamo che i dettagli sui palloni pesanti hanno fatto la differenza. Il risultato 11-6 non deve trarre in inganno perché la gara è stata tirata, lunga, intensa  e fino al 5-5 siamo andati avanti appaiati mettendo un gioco per parte».

A partire meglio è la Merlese che passa a condurre 1-0; immediato pari di Parussa 1-1, poi ancora locali e altro pari, 2-2, degli ospiti. Quinto gioco tirato ed emozionante: si va per la prima volta sul 40-40 e alla doppia caccia Pettavino trova il 3-2, e nel gioco successivo ancora vantaggi, ma questa volta è caccia secca presa dall’Egea per il 3-3. Il Cortemilia sorpassa nel 7° gioco preso senza colpo ferire a zero, con il dt locale Tonello chiama timeout. Pettavino pareggia 4-4 alla caccia poi un gioco per parte per il 5-5 della pausa.

La ripresa vede subito il break dei locali che si portano sul 7-5, poi ancora un gioco per Parussa, c he dopo il 7-6 manca l’aggancio sul 7-7;  con la Merlese che trova l’allungo decisivo con il 9-6 marcato alla caccia unica. Pettavino è tonico e brioso, Parussa accusa un po’ la stanchezza e così l’11-6 finale è servito

Imperiese 3 – Araldica Pro Spigno 11

In un match che non aveva più nulla da dire in ottica classifica e play out l’Araldica Pro Spigno di capitan Paolo Vacchetto, della “spalla” Amoretti e dei terzini Rivetti e De Cerchi (quest’ultimo all’esordio), si impone contro l’Imperiese, nelle cui fila gioca l’ultima partita il terzino Maurizio Papone, che appende le fasce al muro e si ritira dalla pallapugno.

Gara che ha regalato poche emozioni con poco pubblico e con gli ospiti che hanno cercato subito di incanalare il match dalla loro parte. Vi sono riusciti appieno, visto il 7-3 della pausa. La ripresa è durata lo spazio di mezzora con l’eloquente 11-3 finale.

E.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *