Home / Valle Belbo / Canelli / Antica fiera di S. Martin e fiera del tartufo

Antica fiera di S. Martin e fiera del tartufo

Tartufo[wah_pro_widget class=”” title=”” type=”wah_font_resize”]

Canelli. Con l’antica Fiera del Tartufo, citata negli Statuti Medioevali canellesi, e la Fiera di San Martin, Canelli si presenta, all’appuntamento di sabato 11 e domenica 12 novembre, con le sue tradizioni più autentiche e con le sue più genuine mitologie.

Alla manifestazione partecipano, per la fiera di San Martin, oltre 100 bancarelle che prendono posizione nel centro storico alle prime luci dell’alba offrendo i più svariati generi di merci.

Nella stessa domenica si tiene la Fiera Regionale del Tartufo, uno dei più importanti appuntamenti enogastronomici della zona, che si svolge nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria e lungo corso Libertà. Tutta l’area sarà chiusa al traffico e animata con bancarelle di prodotti enogastronomici particolarmente rappresentativi del territorio.

L’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana, in via G. B. Giuliani 29, ospiterà l’inaugurazione della Fiera Regionale del Tartufo, organizzata dal Comune e dall’Associazione Trifulau Canellesi, che ha lo scopo di valorizzare in particolar modo, il tartufo del nostro territorio.

Il concorso è aperto a trifulau liberi cercatori, ristoratori e commercianti.

La Fiera ha lo scopo di valorizzare il tartufo bianco (Tuber Magnatum Pico), le cui doti sono conosciute ed esaltate da secoli e che ha meravigliato per lungo tempo botanici e naturalisti creando un alone di fitto mistero su questo “frutto della terra”.

Lo slogan della fiera regionale del tartufo è “Canelli il posto delle trifole”. Infatti a Canelli il tartufo è sempre stato chiamato “trifola” e l’unicità di quelle trovate nel territorio sta soprattutto nel suo profumo e nella sua capacità di esaltare particolari piatti della nostra tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *