premiazioni del 27º campionato mondiale di scacchi seniores

27º Mondiale di scacchi Seniores: la città di Acqui fa “scacco matto”

Acqui Terme. Con la cerimonia di chiusura e le premiazioni, sabato 18 novembre si è concluso il 27º Campionato Mondiale di scacchi Seniores, disputato dal 6 novembre al Centro Congressi di zona Bagni, patrocinato dal Comune di Acqui Terme.

La manifestazione, una tra le più importanti previste annualmente dal calendario della F.I.D.E., ha richiamato ad Acqui 300 scacchisti provenienti da 57 nazioni (con la presenza di tutti i cinque continenti); un nuovo record, nel 2015 infatti le nazioni rappresentate erano 50.

Grande soddisfazione per la città di Acqui Terme, selezionata come sede ideale per molte manifestazioni a carattere internazionale in virtù della buona ospitalità e, in questo caso, della sede di gioco considerata, dal comitato Scaccomattissimo di Torino e Arco World Chess di Arco, una delle più funzionali per gli scacchi. […]

  • Nella categoria maschile tra i 50 e i 65 anni ha letteralmente dominato il GM Granda Zuniga Julio
  • Nel combattutissimo torneo maschile oltre i 65 anni (il più numeroso con 166 partecipanti) ha vinto il GM Sveshnikov Evgeny (Russia)
  • Tra le signore, nel torneo 50/65 anni, si è imposta nettamente la Grande Maestra Vasiukov Evgeni (Lussemburgo)
  • Nel torneo femminile oltre i 65 anni la favoritissima Grande Maestra Gaprindashvili Nona (Georgia)
[…]

Al Campionato mondiale hanno anche partecipato cinque esponenti del circolo scacchistico acquese “Collino Group”. Nel torneo sino a 65 anni Mario Baldizzone ha conquistato 5.5 punti, Angelo Benazzo 4 punti, Giancarlo Badano 3.5 punti e Valter Bosca 2.5. Nella categoria sopra i 65 anni Claudio Del Nevo ha totalizzato 4.5 punti.

La premiazione si è svolta con la partecipazione del Sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini: ai quattro vincitori sono stati assegnati, come detto, gli altrettanti titoli iridati 2017, mentre ai primi 15 classificati di ogni torneo è stato ripartito il montepremi in denaro […]

da L’Ancora n.44 del 23 novembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *