Incisa Virgo Fidelis - alcuni momenti

Al Santuario Virgo Fidelis il card. Gualtiero Bassetti

Incisa Scapaccino. Sarà il card. Gualtiero Bassetti, presidente della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) martedì 21 novembre, alle ore 16, nella chiesa di S. Giovanni Battista, sulla cima di Borgo Villa, eretta a santuario della Virgo Fidelis (patrona  dei Carabinieri) ha presiedere la concelebrazione eucaristica, unitamente all’ordinario militare per l’Italia mons. Santo Marcianò, al Vescovo di Acqui mons. Pier Giorgio Micchiardi, al parroco di Incisa Scapaccino e rettore del Santuario don Claudio Montanaro, ad altri sacerdoti e al diacono Giambattista Giacchero (ex generale di divisione dell’Arma, collaboratore del rettore). Alla santa messa presenzierà il comandante generale dell’Arma, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette e i vertici dell’Arma dei Carabinieri.

La chiesa di S. Giovanni Battista – dove il 16 febbraio 1802 fu battezzato il carabiniere Giovanni Battista Scapaccino, prima medaglia d’oro al valor militare – è stata eretta ufficialmente santuario della Virgo Fidelis, il primo dell’Arma in Italia, con «decreto vescovile» emanato dal Vescovo di Acqui, mons. Pier Giorgio Micchiardi il 29 ottobre 2015. Nel santuario c’è un altare laterale dedicato alla Virgo Fidelis. All’esterno del Santuario in occasione della Virgo Fidelis del 2016 è stato scoperto un monumento all’Arma, benedetto da mons. Marcianò. Da alcuni anni il santuario è meta di visite di Carabinieri in servizio e in congedo, provenienti da ogni luogo della penisola e anche da delegazioni estere. G.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *