Luci di natale

A Natale il cen­tro città sarà più illuminato

Ovada. Conferenza stampa a Palazzo Delfino per presen­tare le iniziative dei commer­cianti ovadesi per le prossime feste natalizie.

Puntualizzano Carolina Mala­spina e Giorgia Galleni, rispet­tivamente presidente e vice dell’associazione di commer­cianti “ViviOvada”.

“Quest’anno abbiamo voluto concentrare tutte le nostre energie e risorse sul progetto riguardante l’illuminazione del­la città per il periodo natalizio.

Riguardo alle adesioni siamo molto soddisfatti per la  ricon­ferma di commercianti e l’ade­sione di nuove attività commer­ciali e di professionisti. Ecco di conseguenza l’avvenuto am­pliamento del progetto, con conseguente illuminazione di nuove vie (oltre a quelle del centro città vero e proprio, ndr), quali per esempio, corso Saracco in tutta la sua lun­ghezza, la novità di Largo Oratorio e cor­so Italia.”

E poi la tradizionale illuminazione degli alberi di Natale in corrispondenza del­le rotatorie cittadine (piazza XX Settembre, della Stazione, di Melone, di piazza Castello, del Borgo e forse anche di via Voltri)  mentre corso Martiri della Libertà avrà gli alberi sfavillanti di luci. Oltre alle vie sopracitate, saranno illuminate naturalmente via Cairoli, via San Paolo e via Torino, piazza Assunta (che avrà una dimensione scenografica), piazza Garibaldi, piazza Mazzini, via Roma, via San Sebastiano, piazza XX Settembre.

“Le adesioni sono aumentate pertanto del 20%  e stimiamo di arrivare a 230 esercizi com­merciali cittadini in totale, ade­renti al nostro progetto. La quota di adesione è uguale all’anno scorso e corrisponde ad euro 80.

Abbiamo anche lanciato un’ idea per il Natale 2018: quella di coinvolgere anche i privati cittadini in maniera simbolica e diversa come quota luminarie, per poter arrivare ad illuminare aree dove gli esercizi commer­ciali non sono presenti.”

E’ evidente che una città più illuminata a Natale richiamerà più gente da fuori e lo shopping natalizio ne trarrà giovamento. Luminarie dunque accese da sabato 2 dicembre e sino all’Epifania, per il loro costo si è ottenuto il contributo del Comune e di Tsp, gestore dei parcheggi a pagamento.

Oltre a “ViviOvada” erano presenti anche altre associa­zioni di categoria cittadine del settore commercio, quali la Confesercenti con il referente di zona Marcello Torriglia e l’Ascom con Federico Barisio­ne.

Alla conferenze stampa era presente anche la Pro Loco di Ovada con il suo presidente Tonino Rasore.

L’associazione ha lanciato il “concorso Presepe”, riguardan­te la Scuola Primaria e quella dell’Infanzia cittadine. Gli alun­ni delle scuole aderenti all’ini­ziativa dovranno realizzare un Presepe, di dimensioni 70 cm. per 50. L’intenzione della Pro Loco è quella di dare un rico­noscimento finale a tutte le classi partecipanti al concorso, tenendo presenti le loro diver­se esigenze in materiale didat­tico. I Presepi realizzati dai bambini saranno esposti alla Loggia di San Sebastiano.

Nella sala Quattro Stagioni erano presenti pure il vice sin­daco Giacomo Pastorino e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Sergio Capello. Quest’ultimo si attiverà in settimana per far potare in tempo gli alberi di corso Sarac­co che si vogliono illuminare per Natale.

Intanto sul fronte dei parcheggi, possibilità di sostare gratis nel centro città dal 18 al 23 dicembre, dalle ore 18 alle 19.30, per fare gli acquisti natalizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *