Auto Carabinieri

Rivalta, Carabinieri arrestano marocchino di 30 anni

Rivalta Bormida. I Carabinieri della Stazione di Rivalta Bormida hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione, Belhadj Karim, marocchino 30enne domiciliato a Strevi, già noto alle forze di polizia.  Si trovava agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico per altri pregressi con la giustizia. Nel corso dei controlli da parte delle FF.PP. erano però emerse diverse violazioni alla misura inflitta avendo lo stesso deciso di ospitare un altro cittadino extracomunitario senza però essere autorizzato. Le plurime violazioni, ogni volta accertate, erano sempre state regolarmente segnalate alla magistratura da parte dei Carabinieri. Il magistrato di Sorveglianza di Alessandria, in più circostanze aveva ritenuto di diffidare per iscritto il Belhadj dall’interrompere la sua condotta. Tuttavia, come relazionato dai carabinieri, la notifica di ogni diffida era stata accompagnata da improperi ed ingiurie nei confronti dello stesso magistrato. All’ultima diffida, peraltro, alle ingiurie si erano affiancate vere e proprie minacce, ancorché generiche che hanno portato l’Autorità Giudiziaria a revocare la misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e disporre l’accompagnamento in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.