opera di Sergio Romiti

Alla GlobArt Gallery, “Le struttre dinamiche” di Sergio Romiti

Acqui Terme. Sabato 27 gennaio alle ore 18, nei locali della GlobArt Gallery in via Galeazzo 38, sarà inaugurata la mostra “Le strutture dinamiche” in omaggio all’artista Sergio Romiti.

Ripercorrendo tutta la sua produzione artistica (oli, tempere, acrilici e disegni), la mostra mette in evidenza la coerente ricerca svolta nel corso dei decenni da uno dei protagonisti dell’Informale italiano.

Nato nel 1928 a Bologna, dopo una fase iniziale vicina ad un espressionismo con ascendenze picassiane e fauve, Romiti si lascia coinvolgere da quegli oggetti e da quelle cose poste in un ambiente familiare, (mensole con oggetti, tavoli di cucina, tavoli con pesci, macellerie, stirerie) destrutturate e riorganizzate in composizioni spaziali completamente slegate dalla poetica morandiana. Nell’evoluzione del suo percorso creativo, Romiti abbandona sempre più l’oggetto per rifugiarsi in un’esaltazione dello spazio, dove la realtà degli oggetti diventa sempre più evanescente, spesso condizionata da improbabili movimenti.

Le composizioni degli anni Cinquanta, evidenziano in modo inequivocabile quell’immagine di movimento, di dinamismo, grazie anche alla pennellata «trascinata», propria di tutta la produzione artistica di Romiti. I colori stessi, sovrapposti e dilavati, tendono ad estendersi oltre i propri confini come in una rappresentazione fotografica dal tempo di esposizione dilatato.

Il primo grande riconoscimento espositivo arriva nel 1976 quando alla Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna viene allestita una corposa antologica con la cura critica di Maurizio Calvesi; ne sarà organizzata anche una postuma nel 2001.

La mostra acquese si concluderà il 24 febbraio, si potrà visitare il sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.30 e gli altri giorni su appuntamento telefonando al numero 0144 322706; tutte le opere sono anche visibili sul sito: www.globartgallery.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.