Gli studenti del Calasanzio traducono le poesie di "Beppin da Ca”

Gli studenti del Calasanzio traducono le poesie di “Beppin da Ca”

Carcare. Ennesima iniziativa al liceo Calasanzio di Carcare nell’ambito del progetto E-Twinning ‘Letras Galegas’, ormai giunto alla quinta edizione.
E-Twinning, lo ricordiamo, è il gemellaggio elettronico tra scuole europee, che favorisce partenariati pedagogici innovativi grazie all’applicazione delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) e molte classi del Liceo sono impegnate con progetti vari sulla piattaforma.
La classe, coinvolta quest’anno nel progetto ‘Letras Galegas’, è la II D Linguistico che, insieme alla docente di Inglese Bruna Giacosa e al dirigente scolastico, professor Fulvio Bianchi, ha incontrato la scrittrice e ceramista di Savona, professoressa Anna Maria Frizza, la quale ha parlato ai ragazzi di Giuseppe Cava “Beppin da Ca'” grande attivista e scrittore di Savona.
Proprio Cava, infatti, sarà al centro del progetto di scambio portato avanti dai giovani liceali: gli studenti leggeranno alcune sue poesie in dialetto, le tradurranno in Inglese e chiederanno agli studenti galleghi di leggerle nella loro lingua e faranno insieme tutta una serie di attività sia sull’artista savonese, sia sulla scrittrice gallega Maria Victoria Moreno Marquez.
Beppe Cava, nato a Savona il 12 marzo 1870, dopo un incidente sul lavoro che lo menoma per tutta la vita inizia ad occuparsi del movimento operaio passando da posizioni anarchiche a posizioni socialiste. Dà vita ad un giornale’ Il marciapiede’, sospeso dopo alcuni anni perché ‘scomodo’. Diventa cartolaio, costruisce giocattoli e intanto si avvicina alla poesia componendo varie liriche dialettali. Negli ultimi anni collabora a ‘Il secolo XIX’ e ‘Il Lavoro’ con articoli nei quali descrive personaggi caratteristici della vecchia Savona.
AZ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *