Altri sportSport

Pallapugno serie A: Cortemilia batte Castagnole nel posticipo

Egea Cortemilia 11 – Araldica Castagnole Lanze 7

Cortemilia. Va all’Egea Cortemilia il posticipo della quarta giornata del campionato di serie “A” di pallapugno, giocato mercoledì 25 aprile. I locali del direttore tecnico Voletti si impongono per 11-7 contro l’Araldica Castagnole di capitan Massimo Vacchetto.

Buona la prestazione del rientrante battitore Enrico Parussa che ha giocato un buon match con un solo calo quando, avanti 7-3,  nella ripresa per quattro giochi è riuscito a refertare solo due 15, ma dopo questo periodo di pausa è ritornato a mulinare colpi vincendo nel finale, con al suo fianco O. Giribaldi che è stato sicuramente l’mvp della gara. Sulla linea dei terzini Marco Parussa ha avuto grinta e carattere da vendere e Gili ha giocato palloni importanti chiudendo lui stesso il match.

Sul fronte ospite Massimo Vacchetto ha evidenziato miglioramenti, ma con una battuta ancora troppo corta 60-65 metri,  al suo fianco Semeria non ha inciso commettendo anche qualche errore marchiano e ai cordini Novaro al largo non ha fatto un pallone per tutto il match,  Piva Francone al muro è stato appena sufficiente.

La partenza vede il 1° gioco fatto pulito a 0 da parte di Enrico Parussa; l’Egea centra  il 2-0 sul 40-40 alla caccia unica, ancora un gioco pulito per i locali che spingono e ricacciano con un O. Giribaldi fattore al ricaccio, poi i campioni d’Italia ospiti trovano il primo gioco a 0 e si portano sotto 1-3, ancora un gioco per parte che porta al 4-2 poi l’Egea allunga dopo il 3-4 dell’Araldica ottenuto sul 40-40 alla doppia caccia, 5-3 ancora tirato sul 40-40 alla caccia secca e 7-3 della pausa con ultimi due giochi segnati a 15 e a 30 da parte dei ragazzi di patron Bodrito con pausa delle 16.20.

La ripresa vede la partenza sprint di Vacchetto con quattro giochi che riequilibrano il match, conquistati due a 15 e due puliti senza lasciare un quindici ai locali  con situazione che ritorna in equilibrio sul 7-7, qui Voletti per i locali stoppa il gioco e l’Egea vola via nel match con 8-7 a 30 e si impadronisce della partita nel 16° gioco andando sul 9-7 sul 40-40 alla doppia caccia, gli ultimi due giochi si risolvono per l’Egea con 10-7 a 30 e 11-7 finale sul 40-40 alla caccia unica con punto finale con chiusura di Gili.

Hanno detto – Enrico Parussa: “Sino all’ultimo ero in forse se giocare o no, poi il caldo mi ha dato una grossa mano anche se la condizione atletica non è ancora ottimale,  prova ne sia il mio netto calo dal 7-3 avanti al 7-7; lì Giribaldi  e  la squadra mi hanno  dato una grossa mano. Complimenti anche a Massimo Vacchetto che ha giocato, ci ha creduto, e dopo l’operazione sta facendo già tanto con tempi di recupero che hanno dello straordinario”.

E.M.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close