AcqueseAltri sportSport

Verso la 16ª edizione del Giro delle 5 Torri nella Langa Astigiana

Domenica 13 maggio la Langa Astigiana sarà invasa da migliaia di escursionisti che attraversando i territori, ricchi di storia e di cultura, dei comuni di Monastero, S. Giorgio Scarampi, Olmo Gentile e Roccaverano, daranno vita alla sedicesima edizione del “Giro delle cinque Torri”.

La 5 Torri è una grande manifestazione escursionistica o meglio una grande “festa dell’Escursionismo” del Club Alpino Italiano, è un esempio di come la sinergia di soggetti diversi del territorio (Comuni, Pro Loco, Protezioni Civile, Parrocchie, Operatori economici, ecc.) possa riuscire dove nessuno dei singoli soggetti da solo sarebbe in grado di fare.

È un esempio di promozione intelligente del territorio che va ben al di là della giornata della manifestazione e che dimostra, ancora una volta, quanto sia potente e importante il volontariato quando decide di mettersi in gioco sino in fondo per un obbiettivo comune.

Giro delle 5 TorriPreparare una macchina organizzativa che ogni anno accoglie 2000 escursionisti, che provengono ormai da tutta Italia e non solo, non è cosa facile, ancora più difficile se il tutto è il risultato del lavoro di volontari che dedicano il loro tempo libero, senza nessun tipo di compenso, prima, durante e dopo la Manifestazione. È proprio il successo in termini di partecipazione che ripaga i volontari per il lavoro svolto e che ha fatto sì che la seconda domenica di maggio sia diventato un appuntamento fisso per migliaia di persone.

La Cinque Torri oltre ad essere una festa dell’Escursionismo è una festa del volontariato, del territorio che la ospita, della gente che vi abita che si impegna per la riuscita sopportando qualche inevitabile disagio reso più leggero dalla civiltà e dall’educazione dei partecipanti.

Nessuna competizione, una giornata da vivere senza fretta, assaporando la bellezza del paesaggio, dei Borghi e delle Torri visitati, dell’ospitalità dei punti di ristoro, della polentata finale accompagnata da buona musica e volendo anche da ottima birra, vezzeggiati da una organizzazione pronta ad intervenire quando è necessario.

L’itinerario si articola su un percorso lungo ad anello di 30 km con partenza da Monastero Bormida alle 8 ed un percorso corto di 18 km con partenza da San Giorgio Scarampi alle 9,30. Entrambi i percorsi terminano al castello di Monastero dove la Pro Loco prepara il famoso Polentone delle 5 Torri.

Il percorso si snoda sui crinali di langa che dividono la valle Bormida di Spigno da quella di Cortemilia, attraverso prati, boschi, campi terrazzati in un ambiente suggestivo da cui lo sguardo spazia oltre il mare delle colline di Langa su tutto l’Appennino Ligure e sulla cerchia delle Alpi dal Monviso fino al gruppo del Rosa.

Durante l’escursione sarà possibile salire su alcune torri medievali aperte al pubblico per l’occasione e visitare le numerose chiese disseminate lungo il percorso. La guida e l’assistenza su tutta la tratta è a cura dei volontari del CAI. Saranno presenti 4 punti sosta sotto le torri per rifocillarsi ed avere assistenza. Lungo il percorso, l’assistenza sanitaria sarà garantita da equipaggi della Croce Rossa su auto mediche e da una ambulanza con medico a bordo e defibrillatore. Saranno presenti 8 bus navetta a disposizione  dalle 7,30 per trasportare gli escursionisti da Monastero a San Giorgio per iniziare il giro breve, mentre chi parcheggerà direttamente a san Giorgio potrà fruire della navetta nel pomeriggio per il recupero del proprio mezzo. I bus navetta raccoglieranno ai punti sosta gli escursionisti in difficoltà. Chi giungerà in ritardo all’ultimo punto sosta di Vengore (oltre le 15,30) sarà direttamente accompagnato dai mezzi a Monastero.

All’iscrizione (a Monastero e a San Giorgio) verranno consegnati ad ogni partecipante il tagliando di partecipazione, la Tazza delle 5 Torri ed il braccialetto inamovibile per l’accesso ai punti sosta, ai trasporti ed al pasto. La quota di iscrizione che comprende trasporti e pasti è di € 20 per singolo adulto, per i soci CAI in regola con il tesseramento 2018 la quota scende a 15 €. Per favorire  le famiglie la partecipazione dei bambini sotto gli 8 anni è gratuita, mente fino ai 14 anni la quota è di € 10. Per i gruppi organizzati (oltre le 10 persone adulte)  la quota sarà di € 15 con una gratuità ogni 10; i gruppi più numerosi saranno premiati con cesti di prodotti tipici. Ci saranno casse appositamente destinate ai gruppi dove il capo gruppo farà l’iscrizione cumulativa.

La Sezione del Club Alpino Italiano di Acqui Terme ringrazia tutti i volontari che lavorano ormai da anni per la riuscita della Manifestazione e i partecipanti che saranno ospiti del Territorio della Langa Astigiana.

Per informazioni e prenotazioni gruppi: 3486623354, e-mail: caiacquiterme@gmail.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close