Convegno “Cresci ...con noi in una pediatria aperta al volontariato” a Savona

Convegno “Cresci …con noi in una pediatria aperta al volontariato” a Savona

Savona. Da alcuni anni nel reparto pediatrico e neonatale di Savona un gruppo di volontari “Culle coccole e favole”, appartenenti all’Associazione “Cresci”, si occupano di rendere più confortevole la degenza dei bambini ricoverati attraverso molteplici attività.

Entrare in un ospedale sapendo di avere qualche cosa che non va non è una esperienza che possiamo annoverare fra quelle felici. Per i bambini è ancora più sentita: non hanno la consapevolezza di cosa possa succedere loro e anche i genitori temono per cosa possa accadere a ciò che hanno di più caro. I volontari, con attenzione, offrono ai bimbi e ai loro genitori un sorriso amorevole e una parola confortevole al loro arrivo. L’accoglienza va bel oltre l’intrattenimento ma rappresenta un vero supporto alle famiglie che portano la loro vita, i loro problemi e le loro usanze. Ogni attenzione, ogni dettaglio è concepito per chi si ritrova, non per sua scelta, a vivere anche per pochi giorni dentro l’ospedale. Accoglienza vuol anche dire far scegliere il pasto ai bimbi per il giorno successivo, oppure prenotare il pasto per i genitori in accompagnamento, oppure sostituire la mamma per permettergli di prendere un caffè con calma e rilassarsi un po’ dallo stress del ricovero.

Cosa c’è poi di più dolce e affettuoso che regalare coccole ai bambini meno fortunati? Nell’ospedale di Savona sono infatti anche ospitati piccolini affidati alla struttura ospedaliera in attesa del loro affido o adozione a chi saprà donare loro amore, affetto e coccole. Nel frattempo i volontari, a turno, oltre a nutrirli con il biberon, li cullano dolcemente, parlano loro amorevolmente facendogli sentire una presenza affettuosa, cercando di colmare la carenza affettiva collegata all’assenza dei genitori, prendendosi cura anche di alcuni aspetti pratici come procurare indumenti, piccoli giochi e costruendo un dolce ricordo di questi momenti da donare a chi si prenderà cura di loro per il resto della vita.

Ricordiamo quanto era bello sentire la voce della mamma o del papà mentre ci raccontava una storia o eravamo in trepida attesa per sapere come si concludeva una favola? “Leggere le favole ai bambini – ci dice il volontario Roberto Bragantiniè quanto ci sia di più semplice, di più naturale e di importante per i bambini e per noi volontari. Noi volontari stiamo facendo un’esperienza importante. Ci sentiamo parte di un’organizzazione complessa dove lavorano professionisti che dedicano tanto tempo ed energia, credetemi, non solamente per lo stipendio. Ci sentiamo importanti e siamo motivati a dare il nostro piccolo contributo a far sì che bambini malati e genitori abbiamo un momento di sogno, un momento di pace e serenità anche in un ospedale. Questa esperienza ci porta a conoscere i genitori in modo diverso, andiamo oltre le consuetudini, i ceti sociali, le razze e le religioni. Noi percepiamo come un genitore di un bimbo ammalato sia totalmente disarmato e disorientato forse più del bambino stesso”.

Il prof Amnon Cohen, Direttore della S,C. di Pediatria e Neonatologia, sostiene che “naturalmente è molto importante anche la presenza di medici, infermieri, operatori che sono molto sensibili alla cura di questi bambini. Tutto il nostro personale ha un approccio empatico ed è molto coinvolto, ma i volontari danno un valore aggiunto perché creano un legame di affetto e di calore umano”.

I volontari e la coordinatrice Infermieristica del reparto, dott.ssa Patrizia Marenco, sono mossi dallo stesso desiderio di aiutare il prossimo. La Dott.ssa sostiene che “per superare il vissuto negativo dell’ospedalizzazione contiamo molto sul coinvolgimento dei volontari che con la ricchezza dei loro vissuti possono trasformare il ricovero in corsia, che solitamente è un evento freddo, in un momento positivamente educativo e ricordato anche con piacere. Il progetto “Culle coccole e favole” è in continuo divenire e siamo sempre alla ricerca di altri volontari, per riuscire a coccolare sempre di più i bambini e genitori”.

Sono spesso i nonni a rivelare elevate capacità nel raccontare storie, rispondere alle curiosità dei bambini con dolcezza e spontaneità ed è soprattutto a loro che viene chiesto di regalare alla Pediatria un’ora alla settimana del loro tempo per bambini che devono restare ricoverati in ospedale.

Per aderire al progetto “Culle coccole e favole” ed intraprendere il volontariato in pediatria invitiamo le persone interessate al convegno “Cresci …con noi in una pediatria aperta al volontariato”, incontro rivolto ai volontari e a chi desidera diventare volontario per dedicare un poco del proprio tempo ai bambini ricoverati nella pediatria dell’ospedale di Savona.

La relazione del dott. Ezio Aceti, Psicologo psicoterapeuta, si terrà presso la Sala Rossa del Comune di Savona il 22 maggio dalle 9,00 alle 11.30 e verrà moderata dal Prof Amnon Cohen, Direttore della S.C. di Pediatria ASL 2, con l’intervento dei volontari delle “Culle coccole e favole” coordinati dalla Dott.ssa Patrizia Marenco.

DM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *