Altri sportGalleria fotograficaSport

Pallapugno serie A: Parussa lotta e mette alle corde Campagno

Egea Cortemilia 9

Torronalba Canalese 11

Cortemilia. L’Egea Cortemilia di Enrico Parussa ha disputato due grandi partite con la clamorosa rimonta martedì 5 giugno, andando ad imporsi nel match interno contro l’Alta Langa per 11-10 (si riprendeva dall’1 a 6, sospesa per pioggia il 28 maggio) e venerdì 8 ha messo alle corde la Canalese del campione Bruno Campagno arrendendosi sul 9 a 11, dopo 3 ore di gara. Gare casalinghe del massimo campionato di Pallapugno che hanno ripagato il numeroso pubblico che ha gremito lo sferisterio cortemiliese. Spettacolo, palleggi e ricacci di rara potenza, con grandi giocate degli otto atleti in campo, che non hanno lesinato alcuno sforzo trascinando i presenti in numerosi e scroscianti applausi e urla di incitamento e olé, come solo nei grandi stadi calcistici si sentono. Parte forte Parussa che va sul 3 a 0, poi 3 a 2 e 4 a 3 e si va al riposo sul 5 pari. Alla ripresa avanti di pari passo sino 5 a 6 per gli ospiti, poi 7 a 6 per i locali, 7 a 7, quindi 8 a 7 Parussa, 8 pari, 9 a 7 Parussa. Cala Parussa, sente la fatica dell’incontro e fresco di recupero dall’infortunio e Campagno pigia sull’acceleratore e chiude sull’11 a 9.

Giochi tirati sul 40 pari, sino al 9 pari, qui il campione apre il turbo e chiude senza concedere un 15 ai locali. Termina tra gli applausi dei presenti per i vinti e i vincitori che hanno dato vita ad un incontro che da tempo non si vedeva.

L’Egea Cortemilia ha avuto un grande capitano Enrico Parussa, non ancora al top della forma ma che ha superato brillantemente l’infortunio, reggendo alle bordate di Campagno al ricaccio, ripagandolo a sua volta, sorretto da una squadra, che cresce di partita in partita, molto affiatata, coesa e grintosa con un incisivo Oscar Giribaldi (al momento clou o difficile, lui c’è sempre, con 4 falli nell’incontro non nel suo stile, ma contro c’era il più potente giocatore in circolazione) e da due terzini come Edoardo Gili e Marco Parussa che non temono confronti. Di contro un Campagno al top, ed una spalla giovane Marco Battaglino che farà parlare molto di sé nei prossimi anni e due terzini, attenti e precisi come Fabio Marchisio e Davide Cavagnero. Ad arbitrare l’incontro i signori Andrea Ferracin di Cairo e Bruno Grasso di Santo Stefano Belbo.

Prossimi incontri: domenica sera 17 giugno, ore 21, trasferta a Castagnole contro l’Araldica del pluri e super campione d’Italia  Massimo Vacchetto, mentre la Canalese riceverà venerdì sera 15 giugno, ore 20.30, la 958 Santero di Santo Stefano Belbo di capitan Davide Barroero. G.S.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close