Acquese

Produzione industriale in crescita in tutto il Piemonte. Bene Alessandria e Asti

Unioncamere Piemonte ha presentato i dati della 187ª “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” realizzata in collaborazione con gli Uffici studi delle Camere di commercio provinciali.

La rilevazione è stata condotta nei mesi di luglio e agosto con riferimento ai dati del periodo aprile-giugno 2018 e ha coinvolto 1.211 imprese industriali piemontesi, per un numero complessivo di 87.088 addetti e un valore pari a circa 57,0 miliardi di euro di fatturato. Il II trimestre 2018 ha confermato il buono stato di salute del comparto manifatturiero piemontese: la produzione industriale ha registrato, infatti, un incremento del 1,8% rispetto allo stesso trimestre del 2017. La crescita del periodo aprile-giugno 2018 risulta, tuttavia, quella meno intensa degli ultimi due anni.

A livello settoriale, l’incremento dei livelli produttivi non ha coinvolto tutti i comparti manifatturieri. La meccanica registra il risultato migliore del secondo trimestre, aumentando del 5,2%; a breve distanza la filiera tessile con uno sviluppo del 4,0%. Ottimo anche il trend delle industrie elettriche ed elettroniche e da quelle alimentari e delle bevande. Male la chimica-gomma-plastica (-0,3%).

Tutte in crescita le province, eccetto Asti (-1,8%) che, dopo lo sviluppo evidenziato nel I trimestre dell’anno, subisce una battuta d’arresto in quasi tutti i comparti produttivi, tranne che in quello metalmeccanico.Il risultato migliore è di Biella (+5,3%), poi Vercelli (+4,8%), Alessandria (+4,2%), Cuneo (+2,0%), Novara (+1,8%),Verbania (+1,5%) e ultima Torino (+1,0%).

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close