Acqui Terme

Denunciano 32enne per simulazione di reato e minaccia

Acqui Terme. Un uomo di 32 anni di Salerno e domiciliato in Acqui Terme M.B. è stato denunciato dai Carabinieri di Acqui per calunnia, simulazione di reato e violenza o minaccia per costringere taluno a commettere un reato.

L’attività ha avuto inizio nello scorso giugno, quando l’uomo si è presentato in caserma per denunciare inspiegabili acquisti effettuati con la sua carta Postepay. A prima vista, un comune furto di dati sensibili con utilizzo indebito di una carta prepagata. La particolarità degli acquisti, tutti effettuati su note piattaforme di acquisto on-line, ha riguardato i pacchi, sempre indirizzati a una donna acquese ben nota al denunciante. Si trattava infatti della sua ex fidanzata, con la quale si era lasciato da alcune settimane.

Alcuni ulteriori accertamenti hanno consentito di evidenziare come quegli acquisti fossero sì stati realmente eseguiti dalla ex fidanzata dell’uomo ma con il pieno consenso di lui e, anzi, con la condivisione dei dati della carta (numero, intestatario e pin) indispensabili per effettuare gli acquisti. Una probabile ripicca per la fine della relazione sentimentale.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close