Acquese

Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento

Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamentoTerzo. Quattro gli arrestati nella notte di giovedì, una banda di cittadini albanesi che aveva appena svaligiato un’abitazione di Terzo, colti in flagranza dai militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Acqui.

Un terzese ha chiamato il “112” segnalando di aver appena subito un furto in casa, e scappare due ladri che, hanno forzato una porta finestra e, dopo aver messo a soqquadro la casa, hanno rubato gioielli e monili preziosi del valore di circa 10.000 euro.

Venivano subito inviate pattuglie e una di queste, tra Acqui Terme e Terzo incrociava una Volkswagen Golf con 4 persone a bordo,  che a forte velocità si dirigeva verso Castel Boglione. I Carabinieri intuendo potessero essere i ladri, si mettono all’inseguimento della Golf obbligando il conducente a fermarsi. Sulla Golf 4 cittadini albanesi e, sui sedili posteriori dell’autovettura, una sacca con diversi oggetti d’oro e un grosso cacciavite utilizzato per forzare la porta finestra della casa. Nel frattempo, in caserma, era sopraggiunta anche la vittima del furto. Le immediate verifiche consentivano ai Carabinieri di accertare che effettivamente i gioielli rinvenuti erano proprio quelli rubati pochi minuti prima dall’abitazione di Terzo.

A seguito dei molteplici, univoci e concordanti indizi acquisiti a loro carico, i 4 cittadini albanesi: Miftari Romarjo, 22 anni; Luli Roland, 20 anni e Limaci Skerti, 24 anni, residenti in Alessandria e con precedenti di polizia specifici e Alia Oligert, 22 anni, incensurato, residente nel pavese, venivano dichiarati in arresto con l’accusa di furto pluriaggravato. Dopo le formalità i 4 sono stati momentaneamente  ristretti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Acqui Terme e del Comando Provinciale di Alessandria, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Tutti i gioielli rinvenuti, accuratamente riconosciuti sono stati immediatamente restituiti alla proprietaria.

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
it_ITItalian
it_ITItalian
Close