Cairo M.tte

Attività dei Carabinieri della Stazione di Cairo Montenotte

Altare. I Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di liberta alla Procura della Repubblica di Savona F.S. 51enne di Mallare per il reato di detenzione illegale di un’arma comune da sparo. Il provvedimento è stato adottato dopo le accurate indagini avviate dopo che era giunta la segnalazione da parte del 118 di un uomo ferito da un colpo d’arma da fuoco trasportato in codice giallo presso l’ospedale di Pietra Ligure. Gli accertamenti condotti con l’ausilio di personale del Nucleo Operativo di Cairo Montenotte e di Albenga, hanno permesso di accertare che l’uomo si era ferito autonomamente con una pistola che deteneva senza mai averne fatto denuncia. L’arma è stata sequestrata e l’uomo è rimasto ricoverato presso il predetto nosocomio per le cure del caso.

Nei giorno scorsi i Carabinieri di Millesimo hanno denunciato in stato di libertà S.C. 42enne originaria del Venezuela ma residente a Millesimo per il reato di “detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura. A seguito di alcune segnalazione pervenute da cittadini, i militari con l’ausilio di personale veterinario dell’ASL hanno accertato che la donna deteneva un cane di razza dalmata in pessime condizioni igienico sanitarie e fisiche, rinchiudendolo in un recinto non idoneo. L’animale è stato sequestrato ed affidato alle cure di una struttura protetta per animali della Valle d’Erro.

I Carabinieri di Cairo Montenotte, dopo brevi accertamenti scaturiti da un giovane operaio senegalese hanno denunciato in stato di libertà L.C., 25enne originario di Napoli per il reato truffa e vendita di prodotti contraffatti. L’uomo aveva venduto per la somma di 400 euro due cellulari marchiati “Iphone” che sono risultati essere contraffatti e non originali. I cellulari sono stati posti sotto sequestro. È bene ribadire di prestare la massima attenzione nell’acquisto di beni da improvvisati venditori ambulanti poiché il raggiro è sempre in agguato.

Sempre a Cairo Montenotte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà M.B., 29enne di Cosseria sorpresa alla guida della propria autovettura in stato di ebrezza alcolica. La donna fermata per un routinario controllo alla circolazione stradale è risultata positiva all’alcool test con un tasso di alcool doppio rispetto al limite consentito di 0,5 g/l (0 g/l per i neo patentati). Alla donna è stata altresì ritirata la patente di guida e rischia una ammenda da euro 800 a euro 3.200 e l’arresto fino a sei mesi oltre  la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno. Si ricorda che per i per conducenti di età inferiore a ventuno anni, per, i neo-patentati e per chi  esercita professionalmente l’attività di trasporto di persone o di cose è sempre vietato mettersi alla guida dopo avere assunto sostanze alcoliche, infatti per tali soggetti si può essere puniti con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 163 a euro 658, anche quando sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0 (zero) e non superiore a 0,5 grammi per litro. Nel caso in cui il conducente, nelle condizioni di cui al periodo precedente, provochi un incidente, le sanzioni di cui al medesimo periodo sono raddoppiate.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close