Altri sportSport

Balletti Motorsport: è trionfo alla Targa Florio Historic

Nizza Monferrato.  13 maggio 2019 – Primi dall’inizio alla fine: in queste parole si riassume
la Targa Florio Historic Rally 2019 per Totò Riolo e Gianfranco Rappa perfettamente assecondati dalla
Subaru Legacy 4×4 Gruppo A messa loro a disposizione dalla Balletti Motorsport.
Il duo, sulle strade di casa, ha confezionato la seconda vittoria stagionale sulle tre gare del CIR Auto
Storiche finora disputate, partendo subito fortissimo sin dal prologo del venerdì pomeriggio. Nella
giornata successiva che prevedeva dodici prove speciali in rapida sequenza, il vantaggio aumentava
progressivamente con l’equipaggio attento a mantenere soprattutto la concentrazione e a risparmiare
il mezzo che, grazie ad una guida efficace e pulita, ha richiesto l’uso praticamente di sole quattro
gomme.
Missione compiuta anche per Edoardo Valente e Françoise Revenu che alla loro prima “Targa” si sono
comportati egregiamente con la seconda Subaru Legacy, in una gara dove è facile cadere nelle
numerose insidie di strade veloci ed impegnative: per loro la nona posizione assoluta nonostante una
pesante penalità per partenza anticipata, e la seconda di classe.
Discorso a parte lo meritano Piero Vazzana e Roberto Genovese che stavano viaggiando in seconda
posizione assoluta con la Porsche 911 SC Gruppo 4; durante lo svolgimento della quinta speciale
sono incappati in un testacoda e durante la fase della manovra, temendo di aver forato, hanno
chiesto ad un commissario di percorso di verificare se così fosse stato: nella concitazione del
momento, durante la retromarcia il commissario è stato urtato ed è caduto a terra. Prontamente
l’equipaggio ha prestato soccorso fino all’arrivo dell’ambulanza, abbandonando la gara.
Nella giornata di domenica, si è inoltre corsa la cronoscalata Scarperia – Giogo in provincia di Firenze
alla quale erano tre le vetture di Nizza Monferrato in gara nel terzo appuntamento del Campionato
Italiano Velocità Salita Auto Storiche.
Il miglior risultato è stato ottenuto da Giuliano Palmieri con la Porsche 911 RSR Gruppo 4 il quale,
nonostante sia stato rallentato nel finale dal concorrente partito prima e alle prese con un problema
meccanico, ha vinto la classe realizzando la nona prestazione assoluta. Subito dietro nell’ipotetica
globale, Massimo Perotto con la BMW M3 Gruppo A, buon quinto di 4° Raggruppamento nel quale è
il più veloce tra le “Turismo”; chiude col primo di classe. Al traguardo anche la seconda Porsche 911
RSR, quella di Matteo Adragna tornato alle corse dopo un lungo periodo: con la vettura
completamente rivista ed in fase di adattamento, ha concluso terzo di classe staccando la
venticinquesima prestazione assoluta.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close