Acqui Terme

Confagricoltura Alessandria: Brondelli confermato alla guida

Il punto sullo scenario agricolo europeo post elezioni del 26 maggio

Confagricoltura Alessandria: Brondelli confermato alla guidaAcqui Terme. Lunedì 20 maggio, ad Alessandria si è svolta l’Assemblea generale elettiva di Confagricoltura Alessandria.

Nel corso del consesso, dopo la lettura e l’approvazione dei bilanci, si sono tenute le elezioni di tutte le cariche sociali per il triennio 2019-2021.

Gli oltre 200 delegati hanno confermato quale Presidente, Luca Brondelli di Brondello. I tre vice presidenti che lo affiancheranno sono Lorenzo Morandi, Stefano Pareti e Franco Priarone.

Pareti e Priarone hanno già rivestito nel precedente mandato questa carica, mentre Morandi ricopre anche attualmente l’incarico di presidente di Agriturist Piemonte.

È seguita la premiazione dei dipendenti in forza da 25 anni presso il Sindacato degli imprenditori agricoli con la consegna delle targhe celebrative.

Nella seconda parte della mattinata ha preso il via la parte aperta al pubblico, nella quale il componente dello staff di Presidenza di Confagricoltura, dott. Cesare Tabacchini, ha fatto il punto della situazione agricola europea attraverso la relazione “Lo scenario europeo dell’agricoltura alla vigilia delle elezioni”.

“Tra pochi giorni si voterà negli Stati membri della UE per il rinnovo del Parlamento europeo. Un appuntamento istituzionale importante, che precede di pochi mesi l’insediamento della nuova Commissione in programma alla fine di ottobre. In questo delicato passaggio è importante approfondire l’esame sulle decisioni di maggiore rilievo che dovranno essere assunte a Bruxelles, con specifico riferimento al settore agricolo” ha dichiarato Tabacchini.

Il nuovo Parlamento europeo e il Consiglio dei ministri della UE dovranno decidere sulla Riforma della Politica Agricola Comune (PAC). In discussione l’ammontare e le modalità di erogazione dei pagamenti diretti alle imprese agricole.

In autunno, i capi di Stato e di Governo saranno chiamati a decidere sulla dotazione finanziaria da assegnare al settore agricolo dal 2021 fino al 2027.

“Resta, inoltre, ancora aperta la questione legata al recesso del Regno Unito dalla UE (la “Brexit”), che potrebbe avere effetti negativi sull’andamento dei mercati e sugli scambi commerciali di prodotti del settore agroalimentare – ha concluso Tabacchini – Nel giro di pochi mesi, dovranno essere assunte decisioni che incideranno direttamente sulle prospettive delle imprese agricole”.

Dopo una serie di interventi dal pubblico, Luca Brondelli di Brondello ha curato le conclusioni.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close