PallapugnoSport

Pallapugno serie A: il campione Massimo Vacchetto batte l’astro nascente Cristian Gatto (Gallery)

Marchisio Nocciole Cortemilia 5 – Araldica Castagnole Lanze 11

Cortemilia. Il quattro volte campione d’Italia Massimo Vacchetto (2 ad Alba: 2012, 2015 e 2 a Castagnole Lanze: 2016, 2017) ha vinto contro l’astro nascente della pallapugno Cristian Gatto per 11 a 5, nell’incontro disputatosi mercoledì sera, 22 maggio, nello sferisterio comunale di Cortemilia, capitale della nocciola “Tonda Gentile di Langa”, nell’incontro valido per la 7ª giornata del girone d’andata del campionato nazionale di serie A. La partita tra il campione ed il suo erede si è disputato difronte ad un numeroso pubblico, oltre 250 persone, (Cortemilia e Spigno gli sferisteri, dove la gente è più presenti e gli incontri non dovrebbero mai essere nella stessa giornata ed ora) arbitrati da Andrea Ferracin di Cairo Montenotte e Giorgio Melonio di Murialdo. Entrambe le squadre in formazione tipo:  Nocciole Marchisio Cortemilia con Cristian Gatto capitano battitore, Oscar Giribaldi spalla, Federico Gatto e Michele Vincenti terzini, 5º giocatore Walter Gatto, d.t. Claudio Gatto, mentre gli ospiti Araldica Castagnole Lanze con Massimo Vacchetto, Alessandro Voglino, Enrico Rinaldi, Emanuele Prandi, d.t. Gianni Rigo. Due giochi in avvio di partita per gli ospiti, entrambi sul 40 a 15, poi Gatto accorcia sul 2 a 1 (40-30). Si va avanti a giochi alternati 3 a 1 per Vacchetto, poi 3 a 2, 4 a 2, 4 a 3. In questi primi 7 giochi, begli scambi tra i capitani, da cima a fondo dello sferisterio, che evidenziano che Massimo sta ritrovando la forma migliore degli anni passati, del campione, e che Cristian, giovane e alla sua prima esperienza in A, può essere, e così lo considerano la gente degli sferisteri, il suo futuro erede. Dal 4 a 3 per l’Araldica Castagnole si va al 7 a 3 al riposo, alle ore 21.50. La Nocciole Marchisio Cortemilia, sbaglia il 15 del 4 pari e gli ospiti colgono l’occasione e allungano. Alla ripresa subito un gioco a zero 15 per i locali, che accorciano 4 a 7 e poi 2 giochi di seguito per il 9 a 4. Ancora un gioco per Cristian, ed è 5 a 9 e poi la chiusura di Massimo per 11 a 5. Giocatori e squadre più volte applaudite dal pubblico, in diverse fasi di gioco; begli scambi, 4 o 5 volte, al volo o salto che hanno fatto rivivere momenti di grandi incontri. Per la Nocciole Marchisio Cortemilia, il capitano e battitore Cristian è stato meno potente in battuta che in altri incontri di questa stagione e al ricaccio, sopprattutto dopo al riposo, pareva teso e sfiduciato, commettendo falli inusuali, forse anche “intimidito” difronte al campione. Era il primo scontro in serie A tra questi due giocatori. La spalla Cristian Giribaldi è stato meno risolutivo di altre gare e così i terzini, Federico Gatto e Michele Vincenti, anche perché il pallone di Massimo non è quello di altri giocatori. E veniamo all’Araldica Castagnole Lanze: il capitano Massimo Vacchetto sta di gara in gara ritrovando la forma del passato e ha dimostrato tutto il suo talento con palloni, che per altri sono persi, ha fatto il 15; battuta molto alternata, ricacci sempre piazzati a tagliare gli avversari. La giovane spalla Alessandro Voglino, alla prima stagione in A così come i fratelli Gatto, ha alternato palloni belli ad errori grossolani ed i terzini gli sono andati dietro. Per Vacchetto è arrivato il 3 punto in campionato, mentre Cristian è fermo a quota 4 in classifica. Manifesta la volontà delle due quadrette di fare propria la gara, per dimostrare: i locali che la classifica è veritiera e gli ospiti, che in questa stagione loro ci saranno e l’ipoteca sulla finale si sta manifestando (logicamente infortuni esclusi). L’applauso al termine dell’incontro dei presenti e i commenti, che abbiamo cercato di esprimere, testimoniano che la pallapugno è quanto mai viva e se ci sono campioni che si riconfermano e giovani che crescono partita dopo partita, il pubblico lo apprezza e segue.    G.S.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close