PallapugnoSport

Pallapugno serie A, Raviola vince a Cortemilia

Nocciole Marchisio 10 – Acqua S. Bernardo Cuneo 11

Cortemilia. Un pubblico di oltre 450 persone ha assistito all’incontro tra il campione d’Italia Federico Raviola e la grande rivelazione della stagione Cristian Gatto, disputatosi nella serata di sabato 15 giugno allo sferisterio di Cortemilia, valido per la 3ª giornata del girone di ritorno del campionato nazionale di serie A di Pallapugno. Gara dai due volti: sino al riposo dominio di Gatto per il 7 a 3 alle 21.45, e poi rimonta di Raviola che si impone al 21º gioco, alle 23.10. Gatto dopo il riposo si porta sull’8 a 3, sino al 9 a 5 e poi quando pareva chiudersi, molla in battuta e al ricaccio e il campione d’Italia si impone all’ultimo gioco. Gli scambi al volo dei primi giochi pagano già il prezzo del biglietto d’ingresso. Scroscianti gli applausi, e gli incitamenti del pubblico. Nocciole Marchisio Cortemilia gioca con Cristian Gatto, Oscar Giribaldi, Federico Gatto (nuovo look, biondo platino) e Michele Vincenti, 5º giocatore Walter Gatto, d.t. Claudio Gatto. Acqaua S. Bernardo Cuneo gioca con Federico Raviola, Davide Devalle, Danilo Mattiauda e Manuel Brignone., d.t. Giuliano Bellanti.

Al 5º gioco esce Michele Vincenti per infortunio muscolare (all’inguine) entra Walter Gatto e sul 9 a 6, Oscar Giribaldi nel ricacciare un pallone, cade all’indietro battendo il capo a terra, dopo alcuni momenti di apprensione, riprende.  L’incontro ha detto che Raviola sta ritrovando la forma migliore, anche se dispone di una squadra più leggera che in passato, mentre Gatto sul 9 a 5 ha improvvisamente accusato tensione e stress da vittoria, senza nulla togliere ai meriti del campione d’Italia. Un bell’incontro, un ottimo spot per richiamare sempre più spettatori negli sferisteri.

Ulteriori dettagli su L’Ancora nº 24 in edicola giovedì 20 giugno.

G.S.     

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close