PallapugnoSport

Pallapugno serie C2, il derby lo vince Monastero Bormida

Araldica Pro Spigno 8 – Valle Bormida 11

Spigno Monferrato. Il derby della Valle Bormida, se lo aggiudica la società Pallonistica Valle Bormida, che nella serata di venerdì 14 giugno, nello sferisterio “Oscar Decerchi” di Spigno Monferrato ha battuto per 11 a 8 l’Araldica Pro Spigno. Era l’incontro della 9 ª giornata ed ultima del girone di andata, del campionato nazionale serie C2 girone A. Incontro arbitrato dal denicese Fabio Ferrero, disturbato da alcuni leggeri scrosci di acqua che hanno rinfrescato i presenti.

L’Araldica Pro Spigno, è scesa in campo con Gian Guncarn Das, Francesco Bellanti, Alessandro Prandi, Lorenzo Cavallo, 5º giocatore Riccardo Monteleone (nel corso della gara ha sostituito Cavallo) e Giorgia Ferrero, d.t. Eugenio Ferrero.  La Valle Bormida ha risposto con Enzo Patrone, Iacopo Cane, Valter Nanetto, Walter Cavagnero, 5º giocatore Simone Gallareto (che all’inizio della ripresa ha sostituito Nanetto), d.t. Garbarino. Buona partenza per i padroni di casa che si portano sul 2 a 0, poi accorcia Patrone, cortemiliese (veterano della pallapugno, con una gloriosa carriera nelle serie minori e che oggi, tra la vigne la cantina, noto enologo e produttori di vini, si ritaglia ancora uno spazio per il suo sport preferito). E così a giochi alterni si va al riposo sul 5 pari, alle 22.20. alla ripresa Valle Bormida si porta sul 6 a 5, poi pareggio, 7 a 6 e allungo degli ospiti sino al 10 a 6. Reazione dei locali che accorciano sino a 10 a 8 e chiusura sull’!1 a 8 per gli ospiti.

Con questo punto la Valle Bormida sale al 4º posto in classifica con 6 punti, mentre l’Araldica Pro Spigno è ferma all’8º posto con 2. Nel complesso buona la prestazione dei vincitori: Patrone batte e ricaccia, bene anche i terzini. Due parole per la spalla Iacopo Cane. (laureando nel settore turistico e nella qualità alimentare), sprecato in questa categoria, potrebbe fare almeno la B, ha un pallone forte, quando colpisce abbassa la palla, che viaggia e diventa difficile fermarla e chiude come poche altre spalle.

Per l’Araldica Pro Spigno Gian e Bellanti si alternano nei ruoli di battitore e spalla, facendo bei palloni e qualche sbavatura di troppo e così anche i terzini. Nel corso dell’incontro bei palleggi e scambi. G.S.  

 

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close