Acquese

Giochi della Valle Bormida: vince Monastero Bormida dopo lo spareggio con la CRI

Monastero Bormida. Domenica 14 luglio dalle ore 15, si sono disputati sulla piazza del castello di Monastero Bormida l’edizione 2019 dei “Giochi della Valle Bormida” organizzati a ricordo della lotta contro l’inquinamento perpetrato dall’Acna di Cengio. È un appuntamento ormai tradizionale, che da quattro anni a questa parte è stato riproposto grazie alla buona volontà di alcuni giovani, della locale sezione dei Volontari del Soccorso Croce Rossa e di diverse Pro Loco della Langa Astigiana. Un’edizione che sarà ricordata per la numerosa presenza del pubblico (caloroso che non ha fatto mancare il suo tifo da stadio), gli spareggi, l’inaugurazione di un nuovo Fiat Doblò, ma soprattutto per la presenza massiccia di giovani e bambini. Al termine dei 7 giochi, ha vinto la squadra di Monastero dopo, un simpatico spareggio con la CRI Valle Bormida Astigiana, nel tiro alla fune. E spareggio (sorteggio, causa pioggia non era più possibile fare giochi) è stato anche per il 3º posto tra le squadre di Sessame nero, Bubbio e Roccaverano e poi le altre squadre, Cessole bianco, e Sessame bianco. Alle prime 3 squadre classificate coppe e vino e ai vincitori anche la “garocia” della Valle Bormida, il simbolico premio che verrà nuovamente messo in palio nella prossima edizione dei giochi che si disputeranno a Sessame.

Momento particolarmente significativo a conclusione della giornata l’inaugurazione del nuovo mezzo in dotazione al gruppo della Croce Rossa Italiana del Comitato di Asti, sede della Valbormida Astigiana. È un Fiat Doblò che sarà adibito per il trasporto di anziani ai vari ospedali o centri riabilitativi, che è stato acquistato grazie al contributo di 23 mila euro  dell’Unione Montana “Langa Astigiana Val Bormida” presieduta dal dott. Giorgio Bonelli, e a donazioni di Comuni e privati. Il mezzo è stato benedetto dal parroco di Monastero Bormida don Claudio Barletta, presente il responsabile della CRI di Monastero Mario Greco, i sindaci della Langa e i presenti. Madrina e padrini del nuovo mezzo due volontari: il più anziano di servizio: Alessandro Degemi di Cessole volontario dal 1987 (attuale vice sindaco di Cessole, dopo essere stato primo cittadino per 15 anni) a la più giovane Ambra Arnaldo di Monastero Bormida. Dopo le premiazioni, tutti nel salone del castello, dove la Pro Loco di Monastero ha preparato una succulenta cena, ottimo modo per concludere in allegria e in amicizia una bella giornata “come una volta”. G.S.

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close