Cairo M.tte

Ospedale di Cairo, la reazione di Rete a Sinistra alla sentenza del Tar

Cairo M.tte. Dura la reazione di Gianni Pastorino (Rete a Sinistra LiberaMente Liguria) riguardo alla decisione del Tar che ha accolto il ricorso del Policlinico di Monza: «La sentenza non solleva mere questioni procedurali, come vorrebbe far intendere l’assessore Viale, ma punta il dito contro sovrastime per decine di milioni di euro nei dati contenuti dall’offerta vincitrice; come peraltro evidenziato dai media. Giova anche sottolineare che il legale dei ricorrenti abbia contestato la mancata documentazione e giustificazione dei parametri inseriti nel piano di sostenibilità finanziaria dell’offerta. Come dire: chi ha vinto la gara non ha presentato un piano economico chiaro. Mica una cosa da poco».

Pastorino mette sotto accusa la stessa governance dell’Asl 2 a partire dal commissario straordinario a capo di Alisa che non possiederebbe neppure i requisiti per essere direttore generale. E attacca la giunta in carica con la quale è aumentata la mobilità passiva verso altre Rgioni, persiste il problema delle liste d’attesa, è cresciuto il deficit nel capitolo sanità del bilancio regionale: «Siamo di fronte a un totale insuccesso, seppur minimizzato dall’assessore Viale; – conclude Pastorino – ma che è ben chiaro a chi opera a vario titolo all’interno delle strutture sanitarie. Sarebbe ora che chi governa la sanità pubblica, il commissario straordinario di Alisa, si dimettesse e riconoscesse gli esiti imbarazzanti».

 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close