PallapugnoSport

Pallapugno serie A, Campagno batte Raviola e in finale trova l’eterno rivale Vacchetto

Santo Stefano Belbo. Oltre 800 persone hanno assistito all’incontro  di spareggio della semifinale del campionato nazionale di Pallapugno serie A, disputatosi domenica 6 ottobre nello sferisterio “Augusto Manzo” di Santo Stefano Belbo.  La Tortif Canalese di Bruno Campagno (3 scudetti) ha vinto contro l’Acqua S. Bernardo Cuneo di Federico Raviola, campione d’Italia in carica per 11 a 5. Ad arbitrare l’incontro Salvatore Nasca di Albisola Superiore e Ivan Montanaro di Gorzegno.

La Tortif Canalese è scesa in campo con Bruno Campagno, Davide Amoretti, Stefano Boffa e Yehia El Kara, 5º giocatore Alberto Gili e Andrea Corino, d.t. Gianpiero Porro e Roberto Corino. L’Acqua San Bernardo Cuneo con Federico Raviola, Davide Devalle, Danilo Mattiauda, Manuel Brignone, d.t. Giuliano Bellanti.

Incontro dai due volte: fino al riposo equilibrata, 6 a 4 per Campagno, alle 16.45 e dalla ripresa netto calo dei cuneesi superati dagli albesi che chiudono sull’11 a 5. Raviola troppo solo senza squadra. Campagno con qualcosa in più e un Boffa che ha disputato la sua miglior partita della stagione.

E così al termine gioia e felicità per i canalesi emigrati al Coppino di Alba e delusione per i cuneesi, con tanti tifosi particolarmente rumorosi. Campagno ritorna in finale contro il suo avversario di sempre Massimo Vachetto. In finale due campioni che in due sommano 7 scudetti: 3 Bruno e 4 Massimo, tutto ciò negli ultimi 8 anni. Sabato 12 ottobre, alle ore 14.30,  il primo incontro di finale a Castagnole delle Lanze.

Ulteriori dettagli su L’Ancora nº 37 in edicola giovedì 10 ottobre.

G.S. 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close