Ovada

Una ventina di Comuni chiederanno il secondo casello autostradale

Ovada. L’idea di realizzare un secondo casello autostradale nella zona di Ovada, dopo quello di Belforte aperto nel 1977, può diventare realtà.

I sindaci di Ovada Paolo Lantero e di Silvano Pino Coco stanno delineando un progetto che potrebbe coinvolgere tutti i sindaci della zona.

 L’apertura del secondo casello autostradale favorirebbe il decongestionamento delle strade del centro città, ora intasate dai Tir e dai mezzi  superiori alle 3 tonnellate e mezza che non possono più percorrere via Gramsci in direzione di via Voltri.

Un nuovo casello contribuirebbe probabilmente allo sviluppo delle aree produttive locali, per esempio alla Caraffa. 

Dopo un primo ragionamento, Lantero e Coco si sono messi in contatto con la quasi ventina di colleghi della zona, per la formazione di un apposito comitato e quindi confrontarsi successivamente con gli Enti istituzionali per far partire l’iter del progetto.

Non c’è al momento un luogo prescelto per l’eventuale collocazione del secondo casello autostradale.

Toccherà infatti al nuovo comitato confrontarsi, discutere  e trovare la migliore soluzione per tutti.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close