Ovada

Cassinelle: il bilancio dei danni alluvionali di novembre è molto pesante

Cassinelle. L’Amministrazione comunale conta i danni causati dall’alluvione del 23 e 24 novembre e la stima è molto pesante.

Dopo essere passati quasi indenni dagli eventi di ottobre, dal 22 al 24 novembre il maltempo ha messo in ginocchio Cassinelle. In particolare nella frazione Bandita dove sono rimaste isolate circa 200 persone e i danni sono stati ingenti.

Il sindaco Roberto Gallo ha dovuto chiudere con apposita ordinanza la viabilità sulla strada comunale per Bandita, per Borgo Vercellini-Mazzacani, per Loc. Bonanti- Bramosa e Valle Gorrini. È stata ripristinata la viabilità domenica 24 novembre nel capoluogo in via Rapallo e in Loc. Colombara, interessate entrambe da frane, prontamente rimosse.

Lunedì 25 novembre sono immediatamente arrivati a fare il sopralluogo i tecnici del Genio Civile della Regione Piemonte e il sindaco ha emanato sei ordinanze di somma urgenza ad altrettante imprese per ripristinare, seppur in via provvisoria, la viabilità a Bandita. Presumibilmente tutte le strade verranno riaperte entro il 6 dicembre, con le dovute limitazioni di peso e di larghezza.

La stima dei danni a cui si dovrà far fronte con interventi di “somma urgenza” e “urgenza” è di svariate centinaia di migliaia di euro.

Le zone interessate ad interventi indispensabili sulle strade sono: le Località Testacalda, Tagliata, Cartosi, Vercellini – Mazzacani,  Bonanti – Bramosa, Mulino, via Rapallo, via S. Margherita, Valle Gorrini, Strada forestale Bandita-San Luca (insieme al Comune di Molare).

Inoltre molte frane e smottamenti hanno interessato diversi versanti del Comune ma non la viabilità; dopo aver verificato subito la sicurezza e la stabilità delle case vicine, per la quantificazione dei danni saranno valutate nei prossimi sopralluoghi.

Anche l’acquedotto consortile Santa Croce di Bandita, che era interrotto, è stato ripristinato il 24 novembre grazie al celere intervento del presidente Enrica Lodi, del Consiglio direttivo e dei tecnici.

Il Consiglio comunale ha deliberato il 25 novembre una variazione di bilancio straordinaria, per far fronte ai primi lavori di messa in sicurezza delle strade.

Si auspica che siano stanziati immediatamente i fondi previsti per lo stato di calamità, in modo da poter partire prestissimo con la progettazione e con gli incarichi dei lavori definitivi.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close