Acquese

Montechiaro d’Acqui, fiera regionale del bue grasso con i mercatini di Natale

Montechiaro d’Acqui. Tutta l’emozione di un mondo antico, l’atmosfera mista tra Natale e Fiera tradizionale, i mercatini divenuti un appuntamento natalizio, splendidi capi di bestiame, i mediatori, gli  storici commercianti, i  cantori,  tutto questo si può recuperare in quel contenitore che è la tradizionale fiera regionale  del bue grasso di Montechiaro d’Acqui.

Fiera di domenica 8 di dicembre, dalle ore 9 alle 19, in questo angolo di Monferrato, dove si percepisce la passione degli allevatori di questi mitici esemplari di bovino. Le famiglie, dopo la messa delle ore 10, si trasferiscono sull’area fiera  ad ammirare i consueti riti delle valutazioni del bestiame delle giurie. La premiazione comincerà a mezzogiorno. 

I premi classici sono attribuiti al bue grasso coscia, bue migliorato, bue nostrano, manzo coscia, nostrano e migliorato, vitello;  manza, vacca, vitella. Le gualdrappe dei capi vincitori faranno bella mostra di se nelle vetrine di Natale in classifiche macellerie della Langa, del Monferrato e della vicina Liguria. Alle 12 la giuria formata da tecnici e veterinari, al termine dell’esposizione, riconoscerà ai migliori capi coppe, premi e le prestigiose gualdrappe della Fiera.

Per gli amanti della cucina piemontese, dalle ore 12.30, la possibilità di gustare i piatti tradizionali, come il bollito misto con salse e ravioli in brodo,  sia nello stand della Polisportiva, sia nei ristoranti locali che, per l’occasione,  presentano le loro specialità a prezzo fisso della Fiera. La giornata sarà accompagnata dalla distribuzione, nelle prime ore del mattino, in area fiera, della trippa calda e nel pomeriggio dal vin brûlé presso il mercatino.

Rendono caratteristica l’atmosfera, insieme allo storico Brov’Om, il gruppo dei Calagiubella, e altri cantori del territorio. Completano la giornata della Fiera, già dal mattino, i banchetti dei prodotti locali, al mattino la gara di ricerca del tartufo della Associazione Tartufai del Monferrato e il gioco delle bocce nell’adiacente spazio polifunzionale. A sorpresa, in diretta, le sculture di legno di Barba Brisiu.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close