Ovada

L’economista Lupatelli e le aree interne tra sviluppo locale e rete di servizi

Silvano d’Orba. A Villa Bottaro incontro molto partecipato con il dott. Gian Piero Lupatelli, economista ed esperto di pianificazione territoriale, sul tema “Strategia nazionale per le aree interne e il territorio ovadese”.

 Dopo l’introduzione del sindaco Pino Coco, l’intervento del relatore, di Reggio Emilia. “Le aree interne, a prevalenza collinare e montana, sono i tre quinti del territorio nazionale, abitate da un quarto della popolazione italiana, caratterizzate da economia rarefatta.”

Diventa quindi rilevante la gestione di un territorio esteso con poche risorse, responsabilità diretta delle Amministrazioni locali “per costruire un profilo di sviluppo che contrasti anche lo spopolamento”.

La gente se ne va ma questi territori hanno potenziali risorse agricole ed alimentari; acqua, aria buona, paesaggio e cultura. “Importante dunque considerare la diversità dei territori, senza proporre una ricetta unica per lo sviluppo di una regione.”

Uno sviluppo basato sui luoghi, alla riscoperta di quello che c’è, integrando i fondi europei per la coesione e per la riduzione delle diversità tra territori, anche attraverso i PSR.

L’80% delle aree interne sono Comuni montani, 44 abitanti circa per km. quadrato: sono state selezionate 72 aree-pilota, pari a 51mila km. quadrati. Di queste, 40 sono operative, grazie a bandi e candidature esplicite, ed hanno attivato progetti e strategie di sviluppo territoriale. Si tratta generalmente di aree con circa 12/15mila abitanti, per una dimensione media di 12/15 Comuni.

L’approfondimento dell’argomento sul giornale cartaceo, in edicola giovedì 27 febbraio.

Pubblicità
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close