Acqui Terme

Al via il servizio di assistenza domiciliare promosso dalla Protezione Civile

Acqui Terme. Spesa di generi di prima necessità, pasti a domicilio e acquisto farmaci: questi sono i servizi straordinari messi in campo dall’Amministrazione comunale in questo delicato momento per persone impossibilitate a uscire perché in quarantena, in disagio sanitario o perché non autosufficienti.

Nella mattinata di venerdì 13 marzo, la Protezione Civile ha attivato il servizio di assistenza a domicilio. I servizi saranno disponibili per tutta la durata delle misure restrittive, previa la valutazione delle reali necessità.

L’iniziativa va incontro alle misure definite dai decreti del presidente del Consiglio, emanati per il contenimento del contagio da Coronavirus Covid-19, nel quale si raccomanda a tutte le persone in quarantena o anziane o affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita di evitare di uscire dalla propria abitazione fuori dai casi di stretta necessità.

Per chiedere l’attivazione dei servizi, basta contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico al nuovo numero 348.271.89.36 oppure scrivere su WhatsApp al numero 0144.770.307 attivi dalle ore 9.00 alle ore 14.00 dal lunedì a venerdì. Oppure scrivere a urp@comuneacqui.it.

Si ricorda che la Protezione civile è impegnata su diversi fronti per la sicurezza della comunità. Proprio per questo motivo l’organizzazione sta reclutando volontari da affiancare a questo servizio di assistenza. Tutti coloro che desiderano offrire collaborazione potranno compilare il modulo scaricabile dal sito del Comune di Acqui Terme, comunicando la propria disponibilità. Il modulo dovrà essere consegnato alla Protezione Civile, in piazza Don Pietro Dolermo 4 oppure via mail a protezionecivile@comuneacqui.it. Si ricorda che tutte le forme spontanee di assistenza a domicilio non sono riconosciute dall’AslAl né dalle Forze dell’Ordine. Si consiglia a tutte le associazioni o privati cittadini che forniscono servizi di consegna di rivolgersi alla Protezione civile per adeguarsi ai protocolli sanitari e assicurativi. L’Amministrazione comunale raccomanda la massima attenzione: chi effettuerà consegne a domicilio non è autorizzato ad entrare in casa.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button